Cinema

TaorminaFilmFest: ecco il programma

Ventuno i paesi rappresentati nei film in programma (tra cui Finlandia, Albania, Cina e Nuova Zelanda), oltre 100 titoli presenti tra anteprime, grandi film al Teatro Antico, cortometraggi, documentari, più di 100 ospiti nazionali e internazionali: questi i numeri della 62esima edizione del TaorminaFilmFest che si terrà dall’11 al 18 giugno, prodotto e organizzato da Agnus Dei di Tiziana Rocca, General Manager del TFF con Chiara Nicoletti e Jacopo Mosca co-direttori del comitato artistico.

“E’ molto difficile concentrare in poche righe il grande lavoro, i sacrifici e la dedizione che anche per questa 62esima edizione abbiamo messo in gioco. Sono molto orgogliosa, nonostante le non poche difficoltà, di presentare un Festival ricco di eventi, film e personaggi che ogni anno cresce sempre più. – dichiara Tiziana Rocca -. Produrre e organizzare una manifestazione come Taormina non è semplice. Aver portato anche quest’anno Premi Oscar come Oliver Stone e Susan Sarandon ci rende fieri del nostro lavoro. Così come avere ancora una volta la stima crescente delle grandi distribuzioni cinematografiche che ci consentono di programmare i nuovi film in anteprima e in proiezioni speciali. Ma la grande scommessa che abbiamo vinto è stata quella di portare all’attenzione del grande pubblico ‘gli invisibili’, tutte quelle persone che vivono ai margini della società, grazie all’impegno di Richard Gere, della Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora, della Comunità di Sant’Egidio e di Baume & Mercier che ci ha fortemente sostenuti. Ho accettato con molto piacere la proposta della Federazione perché da sempre ho voluto dare sostegno alle iniziative di grande valore sociale”.

“Ho sempre avuto un feeling speciale con i miei fratelli e sorelle italiani e mi fa molto piacere che abbiano abbracciato con generosità l’iniziativa #HomelessZero. – sottolinea Richard Gere -. Come tutti sanno l’iniziativa è molto vicina al mio cuore. Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto: Alain Zimmermann, John Phillips, Tiziana Rocca e Andrea Occhipinti”.
Richard Gere, che da quest’anno è Presidente Onorario del TaorminaFilmFest, riceverà l’8 giugno presso la sede di Roma dell’Ambasciata Americana presieduta da John Phillips, l’orologio in edizione limitata “Clifton Taormina Award” che sarà messo all'asta, a Taormina l'11 giugno, durante la serata inaugurale della manifestazione e che vedrà protagonisti al Teatro Antico oltre 300 senzatetto provenienti da Messina, Ragusa, Agrigento, Piana degli Albanesi, Palermo, Catania, Siracusa, Monreale, Mazzara del Vallo, Caltagirone, Acireale, Caltanisetta. Il ricavato andrà a favore della fio.PSD (Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora) per il progetto del Network Housing First Italia e la campagna #HomelessZero.
“Il TaorminaFilmFest è un momento importante per Baume & Mercier e, come tale, vogliamo celebrarlo. Portare al polso uno dei nostri segnatempo significa apprezzare uno stile unico ed essere pronti ad abbracciare il proprio successo - dichiara Alain Zimmermann CEO di Baume & Mercier -. Ma il successo è un obiettivo effimero che acquista significato solo se condiviso con altri, - continua Zimmermann -. Richard Gere rappresenta un modello proprio perché riesce a coniugare con estrema naturalezza il glamour hollywoodiano con i valori profondi della solidarietà e della beneficenza”.
Il 9 giugno, poi, alla mensa della Comunità di Sant’Egidio di Roma sarà proiettato alla presenza degli ospiti della comunità e di Richard Gere “Gli invisibili” di Oren Moverman, nelle sale italiane il 15 giugno, distribuito da Lucky Red. A Taormina l’11 giugno Richard Gere in collaborazione con la fio.PSD presenterà l’anteprima del suo film a 300 tra utenti e operatori provenienti dai servizi dei soci siciliani della Federazione, seguirà un confronto con quanti vivono la difficile condizione della precarietà. L’ incontro moderato da Claudio Masenza.
L’11 giugno alle 16.00 in occasione del TaorminaFilmFest si terrà una conferenza stampa promossa dal Ministero delle Politiche Sociali e dalla fio.PSD durante la quale sarà lanciata la campagna #HomelessZero e firmato un protocollo d’intesa tra il Ministero e la fio.PSD. Interverranno il Ministro On. Giuliano Poletti e il Presidente della fio.PSD Cristina Avonto.
Saranno presenti Richard Gere, l’Ambasciatore USA in Italia Jhon Phillips, l’Assessore Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo Anthony Barbagallo, il Sindaco di Taormina Eligio Giardina e la general manager del Festival Tiziana Rocca.

Anteprima a Messina
Anche quest’anno la serata di preapertura del Festival, curata da Michel Curatolo, si terrà a Messina il 10 giugno presso il Monte di Pietà con la proiezione in anteprima italiana del restauro di C’eravamo tanto amati di Ettore Scola a cura del CSC Centro Sperimentale di Cinematografia. In quest’occasione sarà consegnato il Premio Città di Messina a Monica Guerritore.

“Un programma molto interessante quello di questa edizione, che vede il concorso internazionale e siciliano ricco di titoli che sicuramente incontreranno il favore del pubblico, – sottolinea Eligio Giardina, Sindaco di Taormina -. Sono molto contento che accanto ai giovani giurati ci siano un’artista completa come Monica Guerritore, grande interprete al Teatro Antico negli anni passati, e un critico e storico del cinema come Claudio Masenza. Sono convinto che gli sforzi messi in campo in questi ultimi anni stiano dando sempre più risultati eccellenti sia per la nostra città, sia per la cultura nazionale e internazionale”.
Film di apertura
Il nuovo lungometraggio d’animazione Disney•Pixar Alla Ricerca di Dory aprirà la 62esima edizione del TaorminaFilmFest l’11 giugno, con una proiezione speciale nella suggestiva cornice del Teatro Antico della città. Diretto da Andrew Stanton, il film arriverà nelle sale italiane il 14 settembre 2016.  Per l’occasione saranno presenti il celebre Trio Medusa, composto da Gabriele Corsi, Furio Corsetti e Giorgio Daviddi, e Angelo Duro per un’attività tutta da scoprire che coinvolgerà la rete alla ricerca della pesciolina blu più amata di sempre.

Film di chiusura


A chiudere le proiezioni al Teatro Antico il 18 giugno I.T.  il nuovo di John Moore (USA, 2016) in cui Pierce Brosnan interpreta Mike Ryan, ricco uomo d’affari che sembra avere tutto: una bella moglie, una figlia e una smart home. La sua vita prende una piega inaspettata quando un ex dipendente comincia a spiare on-line la sua famiglia. Un thriller senza esclusione di colpi che riflette sull’invadenza della tecnologia. 

TAORMINA ISTRUZIONI PER L’USO

“L’obiettivo del nostro lavoro è stato quello di aprirci alle sfide generate da artisti che non hanno paura di mostrare apertamente la loro visione del mondo, che sia ottimistica o iperrealista, musicale o essenziale. - dichiarano i direttori del Comitato artistico, Jacopo Mosca e Chiara Nicoletti -. E’ sulla scia di questo sentimento temerario che abbiamo costruito il programma della 62esima del TaorminaFilmFest la cui vocazione dinamica consente anche quest’anno di affiancare due linee di concorso, TAO62 e Filmmaker in Sicilia, al grande cinema al Teatro Antico e ad una serie di incontri con personaggi del cinema italiano e internazionale. Motore di ogni nostra scelta, la consapevolezza che il nostro pubblico sia pronto per farsi accompagnare e lasciarsi stupire da una proposta nuova e variegata che annovera cineasti, attori popolarissimi, giovani talenti e serialità televisiva. La Sicilia che ispira nuovo talenti, produce e distribuisce film di qualità, accoglie dieci giorni di grande cinema, una selezione ricca e innovativa grazie al grande lavoro di programmazione “partecipata” che ritrova per il secondo anno il prezioso supporto di Variety”.

Taormina 62/Grande Cinema al Teatro Antico/Fuori Concorso


Come ogni anno il Teatro Antico ospiterà il grande cinema, da anteprime a proiezioni speciali con una selezione di sette titoli che hanno in comune un filo conduttore, quello della famiglia, vista e analizzata attraverso l’occhio di differenti generi e registi, intesa sia come affetti che come nucleo sicuro cui fare sempre affidamento.
Quest’anno si potranno vedere oltre al già citato film di apertura “Alla ricerca di Dory”, dinamiche familiari complesse come quelle che compongono “The Meddler” di Lorene Scafaria. Il premio Oscar Susan Sarandon è Marnie, vedova di New York che decide di seguire la figlia Lori (Rose Byrne) a Los Angeles per dare una svolta alla sua vita. L’incontro con Zipper (il premio Oscar J.K. Simmons) e con persone bisognose del suo aiuto, le daranno una mano ad affrontare il lutto. Il film sarà presentato dalla regista e da Susan Sarandon.
Un’altra comunità molto particolare è quella degli uccellini di Angry Birds – Il Film di Clay Kaytis e Fergal Reilly che uscirà nelle sale il 15 giugno distribuito da Warner Bros. Pictures. Basato sul popolarissimo gioco Angry Birds, in “Angry Birds – Il Film” scopriremo finalmente perchè i famosi pennuti sono così arrabbiati! La storia ci porta su un'isola popolata da volatili quasi tutti felici, anche se incapaci di volare. In questo paradiso, Red, un uccello con problemi di controllo della rabbia, il velocissimo Chuck e l'esplosivo Bomb, sono sempre stati emarginati. Ma quando sull'isola arrivano dei terribili maialini verdi, toccherà a loro dimostrargli di che cosa sono capaci... A Taormina sarà presente Chiara Francini che presta la voce alla meditativa Matilda e che presenterà il film insieme a Nicola Maccanico, Direttore Generale di Warner Bros. In C’è sempre un perché di Dario Baldi, Maria (Maria Grazia Cucinotta) cerca invece di costruirsi una famiglia con il suo fidanzato, gestendo contemporaneamente il suo ristorante: l’incontro con Li, personaggio piuttosto eccentrico, sconvolge tutti i suoi piani. Incentrato sull’importanza e la complessità della figura materna è poi Mother’s day, diretto da Garry Marshall, in cui il super cast formato da Julia Roberts, Jennifer Aniston, Kate Hudson e Jason Sudeikis racconta a tutto tondo la vita di una madre. Il film uscirà in Italia con 01 Distribution il 23 giugno. Non uno, ma ben due nuclei familiari sono al centro di The Conjuring - Il caso Endfield di James Wan: ambientato nella Londra degli anni ’70, il nuovo capitolo delle avventure horror dei coniugi statunitensi Ed e Lorraine Warren, interpretati sempre da Patrick Wilson e Vera Farmiga, li vede impegnati a salvare una madre single, Peggy (Frances O'Connor) e i suoi quattro figli, perseguitati da un’entità maligna che se la prende con Janet, bimba di undici anni. Chiude il grande cinema al Teatro Antico I.T. di John Moore.

Taormina 62/In Concorso


Torna rafforzato il Concorso Internazionale, TAO62, con la Giuria Speciale di Giovani, grazie ad ANEC Sicilia, presieduta da Monica Guerritore e da Claudio Masenza, che voterà il miglior film presente al Festival assegnando il “Cariddino d’Oro”. Ci sarà anche una linea di concorso trasversale TaoEdu Young che, in accordo con l’ANG Agenzia Nazionale per i Giovani, premia film che, per forma e contenuti, possono favorire e incoraggiare la formazione e la crescita culturale dei ragazzi.
Come spesso accade, il fil rouge che unisce i film di un concorso giunge come una rivelazione solo a selezione ultimata. Ciò che accomuna gli autori selezionati è una particolare capacità di interpretare il mondo, le sue eterne contraddizioni e la geopolitica contemporanea in un modo nuovo riuscendo ad affrontare temi attuali come la guerra, i conflitti etno-religiosi, la crisi economica e la ricerca e crescita personale di ogni individuo con stilemi di genere.
Ad aprire la competizione il 12 giugno Tutti vogliono qualcosa (Everybody Wants Some!!) (Usa, 2016) di Richard Linklater (Boyhood, La vita è un sogno) con Blake Jenner, Tyler Hoechlin, Wyatt Russell e Zoey Deutch che uscirà nelle sale italiane distribuito da Notorius Pictures il 16 giugno. Nel Sequel spirituale di “La vita è un sogno”, troviamo dei giovani sull'orlo del futuro, esattamente una settimana prima di iniziare il campus, momento di passaggio verso l’età adulta. Se Linklater parla un linguaggio filmico più vicino alla fiction, sempre servendosi di un'accurata ricerca di atmosfere e suoni passati, L’attesa di Roland Sejko, distribuito da Istituto Luce-Cinecittà., mostra il momento di transizione di una nazione intera dalla fine di un incubo all'inizio di un futuro migliore, benedetto dall'arrivo di Papa Francesco a Tirana del 21 settembre 2014, il documentario racconta i 50 anni in cui in Albania è stata vietata la libertà di religione. Un percorso fatto attraverso foto, documenti e filmati tratti da archivi albanesi e dell’Archivio Storico del Luce, basandosi in parte sul libro “Vivere solo per raccontare” di padre Zef Pllumi. Entrambi sono dei racconti di ricerca, di una propria identità e di un proprio posto del mondo, mettendo in discussione valori imposti o tramandati dalle convenzioni. L'ateismo e la religione salvifica, sono il sottofondo su cui poggiano altri due titoli in concorso: i giovani cantanti palestinesi di Junction 48 di Udi Aloni con Tamer Nafar e Samar Qupty (TaoEdu Young) si troveranno, a suon di Hip hop, a combattere sia contro l'oppressione esterna della società israeliana che contro la repressione interna della propria comunità conservatrice. Dall’altra parte del muro, in 3000 Nights di Mai Masri con Maisa Abd Elhadi, (TaoEdu Young), una maestra sarà incarcerata per un crimine che forse non sosteneva neanche, ma che dovrà accettare la pena per amore del bambino che porta in grembo. Al centro della percorso narrativo della selezione due donne, Rosalie di Rosalie Blum di Julien Rappeneau (con Noémie Lvovsky, Kyan Khojandi e Alice Isaaz), e Laura di In Your Dreams di Petr Oukropec con Martina Kavanová e Toman Rychtera (TaoEdu Young): donne perseguitate, vincolate e confuse, ma comunque artefici del proprio riscatto o di quello dell'uomo che in loro ripone il sentimento. Il talento per la danza sarà invece il punto di forza del protagonista di Born To Dance di Tammy Davis che nella sua arte troverà la strada per la realizzazione. Con The Bacchus Lady di E J-yong si arriva fino all'estremo oriente ma il baricentro è sempre una donna, ai margini della società per la sua scelta di vita ma comunque proiettata verso una rivalsa attraverso l’altro, che sia un bambino salvato alla strada o un vecchio magnate che ha perso la propria dignità, abbandonato dalla famiglia. Ed è con questo slancio di speranza verso il futuro che si arriva agli ultimi due film in concorso, A Man Called Ove di Hannes Holm  e Desierto di Jonás Cuarón  (prodotto dal padre Alfonso), termicamente distanti (Svezia e Messico) ma vicini nel moto interiore dei protagonisti in fuga: il primo da sé e dal proprio passato, il secondo verso la vita e la libertà tanto agognata e ricercata.

Filmmaker in Sicilia/In Concorso


Particolare attenzione, come sempre, ai Filmmaker in Sicilia, che concorreranno al Premio Cariddi, sempre decretato dalla Giuria dei giovani presieduta da Monica Guerritore e Claudio Masenza.
Seguendo la sezione sarà evidente un intento comune a tutti i registi: innestarsi nella linfa della propria terra, rientrare nei gangli di un territorio che in sé custodisce storie millenarie e vite di personaggi che hanno abitato, costruito o semplicemente attraversato l'antica Trinacria, lasciando un segno. 
Questo desiderio di approfondita indagine è perfettamente reso dalle interviste del giovane protagonista de I Siciliani di Francesco Lama, o dal pacato conversare di Fabrizio Sergi in Verso casa - Omaggio a Turi Vasile; più drammatico ma non meno coerente è il misterioso personaggio di Stefania Rocca in Calcolo Infinitesimale di Enzo Papetti e Roberto Minini Merot che ricorre persino al camuffamento pur di arrivare al suo scopo di ricerca.  L'analisi si inserisce sempre di più nella carne viva della terra con Il Signore delle Nevi e le favolose neviere di Nello Correale o con le grandiose immagini di U’ ferru di Marco Leopardi che ci porteranno sino alla punta dell'arpione che catturerà il pesce spada, sotto le vorticose acque dello stretto di Messina. 
Confronto silenzioso, quasi trasparente, che offrirà un punto di vista esclusivo sarà quello di Sponde - Nel sicuro sole del nord  di Irene Dionisio e CityZEN di Ruggero Gabbai: abitanti e scenari si confonderanno sempre più, celando un progressivo spostamento geografico, rivelando un'identità difficilmente imbrigliabile sotto i canoni politici e costellata di peculiarità, rare caratteristiche comuni alle popolazioni africane, ma anche, come racconta l'elettrizzante Sicily Jass di Michele Cique, dove la scintilla di un solo siciliano farà esplodere il jazz statunitense come in un secondo big bang. A tutte le proiezioni saranno presenti gli autori
Anche quest’anno il vincitore di questa sezione parteciperà al TaorminaFilmFesta@LosAngeles, rassegna realizzata grazie all’accordo con l’Istituto Italiano di Cultura (Italian Cultural Institute) a LA e il suo direttore Valeria Rumori, il Consolato Generale Italiano di LA e l’ICE che hanno creduto nell’idea di portare a Los Angeles film italiani e siciliani di produzione indipendente.  La prima edizione ha riscosso successo di pubblico e di critica e in questa occasione il Consigliere municipale Joe Buscaino ha conferito al TaorminaFilmFest@LosAngeles un riconoscimento ufficiale della città di Los Angeles.

TaoClass e Campus


Accanto alle proiezioni in programma le TaoClass, incontri con i grandi protagonisti del cinema nazionale e internazionale, che dialogano della Settima Arte insieme a studenti, pubblico e stampa.
Le TaoClass vedranno quest’anno protagonisti: Susan Sarandon, Marco Bellocchio, Rebecca Hall, Harvey Keitel, Thierry Frémaux, Oliver Stone, Jeremy Renner.

I Campus sono affidati a: Francesco Munzi e Marcello Foti; Sabrina Impacciatore; Noemi; Salvatore Esposito per Gomorra-La Serie; Fabrizio Gifuni; Claudio Santamaria e Gabriele Mainetti; Geppi Cucciari; Marco Giallini e Matilda De Angelis; Iain Glen per Il trono di Spade; Eccellenze italiane con Marcello Lippi, Briga, Sandro Veronesi, Andrea Graziani, Aldo Montano; Nuovo IMAIE con Giuseppe Battiston; Università di Cambridge con un incontro dal titolo “Viral Marketing Interdisciplinary Research. Decoding key elements of virality to engineer social media attention on marketing content” con: Prof. Eden Yin, Judge Business School, Cambridge University, Dr. Antonia Symeonidou, Department of Engineering, Cambridge University, moderatore del panel Danilo Audiello noto come Alexis Arts, illusionista e fantastasista detentore di 6 Guinness World Records noché ricercatore della Judge Business School.

Pre-Visioni/Lavori in Corso


“Pre-visioni/Lavori in corso” ovvero tutto quello che verrà nella prossima stagione cinematografica e televisiva.
- Il 12 giugno: Cinema e Alimentazione a cura di LopiGLIK con Monica Guerritore, Ciccio Sultano e Sara Farnetti.
- Il 13 giugno: “Ritornano i gatti” con Jerry Calà, Franco Oppini, Nini Salerno, Umberto Smaila. Jerry Calà insieme agli amici ritrovati racconterà del nuovo progetto di film che rivedrà il ritorno dei Gatti del Vicolo Miracoli.
- Mentre il 14 giugno sarano protagonisti i corti di Pasta Garofalo presentati da Pappi Corsicato e Luca Angeletti a seguire sarà proiettato “Caserta Palace Dream” di James Mc Teigue con Richard Dreyfuss, Kasia Smutniak, Valerio Mastandrea e con la partecipazione di Ennio Fantastichini e  Malika Ayane, prodotto da Pasta Garofalo.
- il 18 giugno Verdiana Bixio, presidente di Publispei parlerà delle famiglie di oggi nella fiction (il nuovo ruolo dei papà/l’esercito dei mammi) insieme agli attori della serie ”House Husbands” (titolo ancora provvisorio): Emilio Solfrizzi, Filippo Nigro, Fabio Troiano e Carmine Recano. La serie “dramedy” diretta da Francesco Pavolini e Vincenzo Terracciano, prodotta dalla Publispei per Mediaset andrà in onda prossimamente su Canale 5.

WWW- WorldWildWebseries


Proseguendo la ricerca e l’esplorazione di quella frontiera incognita che è il cinema on line nella sua forma più interessante e sorprendente, il Festival presenta alcune delle migliori web series: Kahbum - la serie, episodio “Ravvivati i capelli” con Alessandro Maras e Marcello Newman; Animali che Parlano di La Buoncostume; Untitled di Fabio Celenza project; EITIES - Ottanta mi dà tanto di Niente Tv con Geppi Cucciari. Le opere web partecipanti apriranno le proiezioni dei lungometraggi in concorso e partecipano ai tre premi finali: il Premio World Wide Web / Pasta Garofalo, il Premio World Wide Web/Vogue.it e il Premio World Wide Web/Drive Production, la casa di produzione fondata da Nicolas Vaporidis, Matteo Branciamore e Primo Reggiani.
Programmi ed Eventi Speciali
Numerosi gli eventi speciali presentati durante la 62 esima edizione.
- Olivier Stone presenta “Ukraine on Fire” di Igor Lopatonok, un film documentario di cui è coproduttore e autore delle interviste. Molti dei film sull’Ucraina partono dalla rivoluzione del febbraio del 2014 conosciute come “Euromaiden”, il film di Lopatonok, fortemente sostenuto da Stone pur partendo da quei fatti va oltre. Oliver Stone, con il passo e il piglio delle migliori inchieste, incalza i suoi interlocutori per comprendere a fondo i fatti. Attraverso le interviste realizzate dal regista Premio Oscar al Presidente della Russia Vladimir Putin, all'ex presidente Viktor Yanukovich, all'ex ministro degli Interni Vitaliy Zakharchenko, in “Ukraine on Fire” si parla dei temi caldi e dei punti di svolta del conflitto, della crisi ucraina in atto, del “dietro le quinte” e della situazione politico attuale e del suo potenziale pericolo per il mondo.
Al Festival di Taormina si vedrà in anteprima il film di Lapatonok che insieme a Oliver Stone ed Eleonora Granata ne parlerà al pubblico e alla stampa il 16 giugno.
- A poco più di un anno dalla scomparsa di Monica Scattini il Festival vuole ricordarla con il cortometraggio di Annamaria Liguori Insieme, un film che vede protagonista la Scattini insieme a Euridice Axen, Giorgia Wurth e Nicolas Vaporidis.
- La coraggiosa storia di Giorgia Benusiglio che, nel 1999 all’età di 17 anni, per una mezza pasticca di ecstasy ha sfiorato la morte e che ora porta la propria testimonianza nelle scuole per sensibilizzare i giovani contro l’uso della droga è ripercosa in Giorgia Vive, il film documentario di Ambrogio Crespi che sarà presente insieme a Giorgia Benusiglio.
- Saranno poi proiettati film che hanno segnato il successo del nostro cinema nella trascorsa stagione cinematografica come Fuocoammare di Gianfranco Rosi e Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti.
- Regal Academy di Iginio Straffi, Italia, 2016
- Maggie & Bianca Fashion Friends di Iginio Straffi, Italia, 2016
Sempre tra gli eventi speciali si potrà assistere alle proiezioni di film di autori sicialini: Influx di Luca Vullo (Italia, 2015); 90 BpM di Salvo Campisano e Filippo Arlotta (Italia, 2015); Il figlio sospeso di Egidio Termine (Italia, 2016).
- In programma anche l’horror ShortWave di Ryan Gregory Phillips (USA, 2015) autore di alcuni cortometraggi, della serie “Hometown Tough” e di “Southern Comfort”.
- Tutto può accadere nel villaggio dei miracoli di Modestino Di Nenna (Italia, 2015).
- Il17 alle ore 11.15 - Casa Tao ci sarà presentazione del libro La sfinge dello Jonio - Catania nel cinema muto (1896-1930) di Franco La Magna.
- Il 18 giugno alle ore 11.00 presso l’Archivio Storico di Taormina si terrà l’incontro: Il coordinamento dei Festival in Sicilia: una rete che dà valore al cinema e al territorio. Interverranno: Sino Caracappa, Lisa Romano, Sebastiano Gesù.

ANICA e ICE


L’ANICA è presente per il quarto anno consecutivo al TaorminaFilmFest nell'ambito del progetto di internazionalizzazione dell'audiovisivo con ICE e in sinergia di intesa con la Direzione Generale Cinema del Mibact. Anche quest’anno l’obiettivo è quello del sostegno al prolungamento della stagione cinematografica, utilizzando il palcoscenico di Taormina come rampa di lancio per i film italiani che escono in estate.
Non solo, come negli anni passati ci saranno incontri con produttori esteri e operatori italiani del settore per chiudere accordi di coproduzione in Italia e per usare il nostro Paese come location di film stranieri, con particolare attenzione al territorio siciliano. Quest'anno sono state invitate le produzioni indipendenti provenienti da Argentina e Messico, in raccordo con Incaa e Imcine, contando sulla collaborazione delle antenne audiovisive presso gli uffici Ice di Buenos Aires e Città del Messico. L’appuntamento è per il 12 giugno alle 11.30 presso NH Collection di Taormina con il convegno “Trilaterale: Italia – Messico – Argentina” che illustrerà cosa il Sistema Cinema Italia offre, a chi viene a girare da e con noi, con particolare attenzione alla Sicilia. La scelta del Paesi Focus di questa edizione deriva da una chiara indicazione del nostro Governo verso questi Paesi che in passato sono stati un ottimo mercato per il nostro prodotto è che abbiamo trascurato, lasciandoli da parte per troppo tempo.

Punto Luce


Si rinnova anche per questa edizione la partnership del TaorminaFilmFest con Istituto Luce- Cinecittà, che presenterà oltre al film in concorso "L’attesa" di Roland Sejko, ‘Punto Luce’, una speciale mini-rassegna di film documentari inediti prodotti e distribuiti da Luce-Cinecittà: La linea del Pasubio di Matteo Rafaelli; Inferno Mittelbau Dora di Mary Mirka Milo; Mio Duce ti scrivo di Massimo Martella; 1945 - L’Anno che non c’è di Beppe Attene.

Fondazione Ente dello Spettacolo


La Fondazione Ente dello Spettacolo - FEdS conferma la sua partnership con il TaorminaFilmFest rimarcando il suo impegno, la sua mission, nella promozione della cultura cinematografica e audiovisiva in Italia e all’estero. FEdS accompagnerà il TaorminaFilmFest con i suoi canali media - “Rivista del Cinematografo”, Cinematografo.it, Cineconomy.com e Cinematografo.tv. Dopo il successo del Focus sul cinema cubano nel 2015, la Fondazione Ente dello Spettacolo  organizzerà con Sky 3D a Taormina, insieme alla direzione del Festival, la proiezione speciale del documentario Firenze e gli Uffizi, dopo il grande successo di critica e pubblico in Italia e all'estero. "Firenze e gli Uffizi" è prodotto da Sky 3D in collaborazione con Sky Arte HD, Nexo Digital e Magnitudo Film, con il patrocinio del Mibact e del Comune di Firenze. 

Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia


La Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia e la Cineteca Nazionale collabora ancora una volta con il Festival di Taormina. Oltre all’anteprima italiana della versione restaurata di C’eravamo tanto amati di Ettore Scola che sarà proiettata a Messina il 10 giugno, il CSC è presente con un Campus a cui partecipano il regista Francesco Munzi e il direttore generale Marcello Foti. Inoltre sarà proiettato il saggio di diploma Il suo ragazzo (Italia, 2016) di Matteo Gentiloni .

Il TaorminaFilmFest e il Sociale


Come ogni anno il Festival pone particolare attenzione al sociale. Oltre all’apertura del festival dedicata ai senzatetto nel segno di Richard Gere, ogni giornata avrà un proprio focus. In programma anche il campus “SOS clima” con corti realizzati da ragazzi, a cui si affianca un panel sui cambiamenti climatici con un approfondimento nella sezione Pre-Visioni alla presenza di Sergio La Motta, Vincenzo Ferrara, Alfonso Pecoraio Scanio, Oliviero Sorbini sarà proiettato il cortometraggio “Il sono della Ragione” di Angelo Pastore e presentato il Premio Internazionale di Accademia Kronos: #Iofacciolamiaparte
Il TaorminaFilmFest si schiera ancora una volta con WeWorld per difendere i diritti delle donne e contrastare ogni forma di violenza. WeWorld, Organizzazione che si occupa di garantire i diritti dei bambini e delle donne vulnerabili in Italia e nel Sud del Mondo, presenterà in anteprima nazionale nella prestigiosa cornice del TaorminaFilmFest, “Mothers. L’Amore che cambia il Mondo”, il documentario realizzato insieme al fotografo e regista Fabio Lovino per sensibilizzare sui diritti delle mamme dall’Italia al Sud del Mondo.
Il film racconta la necessità di puntare i riflettori su un tema “naturale” come la maternità, su cui ancora oggi, però, permangono ancora troppe zone d’ombra. Molti, troppi i diritti che non sono garantiti alle mamme e ai loro bambini. 
Gli scatti più significativi di “Mothers. L’Amore che cambia il Mondo” diventeranno una Mostra Fotografica nella lounge del Palazzo dei Congressi di Taormina dal 14 al 18 giugno. La mostra inaugurerà martedì 14 giugno e vedrà la cantante Noemi come madrina dell’iniziativa. 
A Susan Sarandon andrà l’Humanitarian Taormina Award per l’impegno a favore della popolazione di Haiti. Il riconoscimento sarà consegnato da APJ Artist for Peace and Justice, organizzazione no-profit fondata da Paul Haggis nel 2009 per promuovere pace e giustizia sociale nel mondo attraverso l’emancipazione di comunità povere.

La Musica al Teatro Antico
La 62esima edizione vedrà protagonista la musica con esibizioni di Noemi, Mario Biondi, Rocco Hunt, Violante Placido che apriranno le serate al Teatro Antico.

I Premi del Festival
Come nelle trascorse edizioni i Premi del Festival sono realizzati dal Maestro Gerardo Sacco che in questa edizione presenterà il suo libro "Sono nessuno! il mio lungo viaggio tra arte e vita".
Continua la collaborazione tra il Festival e il Premio Kineo presieduto da Rosetta Sannelli, con il Premio Kineo/Taormina Arte Award che quest’anno sarà consegnato ad Anna Galiena con il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani presieduto da Franco Montini con il Premio SNCCI/Taormina Arte Award che per questa edizione va ad Alessandro Borghi e con il NUOVOIMAIE presieduto da Andrea Micciché con il Premio NUOVOIMAIE/ Taormina Arte Award a Giuseppe Battiston, consegnato dal direttore generale Maila Sansaini.
Baume & Mercier ha voluto omaggiare il TaorminaFilmFest con un segnatempo Clifton in edizione limitata, che sarà consegnato ai vincitori del “Clifton Taormina Award”.  
L’orologio, con cassa in oro rosso 18 carati, sarà realizzato in 62 esemplari per celebrare la 62esima edizione del Festival.

Campionati Europei di Calcio
Nella magnifica cornice del Teatro Antico sullo schermo tra i più grandi d’Europa sarà programmata il 13 giugno la partita Italia – Belgio per i campionati europei di calcio.

Da questa edizione prende il via la media partnership tra il Festival e le reti Mediaset con una striscia quotidiana del Canale all news tgcom24 e uno speciale conclusivo del programma Supercinema in onda su Canale 5 al termine della manifestazione. Curatore e conduttore di entrambi gli appuntamenti sarà il giornalista Antonello Sarno.

Anche quest'anno la Rai sarà al fianco del Festival con lo Speciale TaorminaFilmFest per ripercorrere i momenti salienti della manifestazione, e che andrà in onda su Rai Uno.

Il TaorminaFilmFest conta sulla presenza di numerosi mediapartener: Supercinema, Tgcom24, Variety, Gettyimages, La Gazzetta dello Sport, Gazzetta del Sud, Cineconomy.com, CinecittàNews, Cinematografo.it, Best Movie, FRED Film Radio, la Repubblica.it, Mymovies.it, Grazia, Coming Soon.it, Vogue.it, blogTaormina, CHI, Cinematografo.tv, Gazzetta del Sud, Messina Oggi, RAI, RTP, Pink Italia, La Bussola del Cinema, Bussola News, Antenna Stretto.

Il TaorminaFilmFest è prodotto da Agnus Dei Tiziana Rocca, promosso dal Comitato Taormina Arte, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e della Regione Siciliana - Assessorato del Turismo dello Sport e dello Spettacolo, e Assessorato dei Beni Culturali e dell'Identità siciliana, e con la collaborazione della Sicilia Film Commission / Ufficio Speciale per il Cinema e l'Audiovisivo e dell'Agenzia per la Coesione Territoriale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, nell'ambito del progetto "Sensi Contemporanei Cinema e Audiovisivo".


www.taorminafilmfest.net

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi