Intervista allo storico siciliano

Benigno: l'Italia unita... al crimine organizzato


Alle radici di mafia e camorra nell'Italia post unitaria. Per comprendere la genesi dei due fenomeni criminali che insieme alla 'ndrangheta costituiscono uno vero e proprio antistato. Il libro dello storico siciliano Francesco Benigno "La mala setta. Alle origini di mafia e camorra 1859-1878", edito da Einaudi, presentato nei giorni scorsi a Messina, indaga soprattutto sulle commistioni e l'uso "politico" che spesso lo Stato ha adottato per questi fenomeni, sin dalla loro nascita. Dopo l'intervista allo storico inglese John Dickie, che ha partecipato alla presentazione, ecco l'intervista al prof. Benigno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi