Messina

Vara, il Comune apre alle donazioni

Pubblicato sul sito di palazzo Zanca l'avviso di manifestazione d'interesse per l'organizzazione dell'estate messinese. Cittadini, associazioni, attività commerciali e imprenditoriali potranno fornire un contributo sia attraverso le donazioni che le sponsorizzazioni. Il Comune per motivi etici o di opportunità può respingere la collaborazione.


Sull'avviso di manifestazione d'interesse, reperibile sul sito online del Comune di Messina con il regolamento e le procedure, il messaggio è chiaro e ricorda una delle cause per le quali l'ex assessore Tonino Perna aveva deciso di lasciare: viste le ristrettezze economiche in cui si trova ad operare l'amministrazione comunale e, in particolare l'assessorato alla Cultura, palazzo Zanca ha bisogno di uno sforzo corale di tutta la città per organizzare l'estate messinese. L'appello è rivolto a tutti, dai singoli cittadini alle associazioni, alle attività commerciali e imprenditoriali. Il sostegno  può avvenire con la formula della donazione o dello sponsor. Per le sponsorizzazioni  si può intervenire sia con contributi diretti in denaro che  attraverso la corresponsione di beni e  servizi. Agli sponsor poi verrà data visibilità su tutto il materiale ufficale e per tutta la durata delle manifestazioni estive. I donatori invece, come segno di riconoscenza avranno diritto ad una ricompensa simbolica: fino a 100 euro la pubblicazione del nominativo o delle iniziali  nell'albo dei Mecenati; fino a 250 euro anche l'attestato personale del sindaco; fino a 500 euro anche un piccolo omaggio culturale e, infine, oltre i 500 euro, anche due biglietti per un concerto jazz.  Il Comune, oltre ad avere, per motivi etici o di opportunità (come ha sottolineato il sindaco Renato Accorinti) anche la possibilità di respingere sia le donazioni che le  sponsorizzazioni, in caso di accettazione renderà ufficiale tutte le operazioni per fare sapere come saranno stati  investiti i soldi che, comunque, verranno ripartiti fra le spese per il mezzagosto (in particolare Vara e Giganti) e per le attività culturali nel centro storico e nei quartieri. Infatti è possibile proporre all'assessorato alla Cultura la coorganizzazione di manifestazioni all'aperto. Il Comune garantirà i servizi di supporto, l'occupazione gratuita del suolo pubblico e una compartecipazione economica, se possibile. La scadenza per donazioni, sponsorizzazionie  e proposte è fissata al 23 luglio. Inoltre, grazie alla  sinergia con il teatro Vittorio Emanuele, sarà riaperto il Giardino Corallo. Il presidente Luciano Fiorino ha lanciato un appello  a chiunque voglia organizzare spettacoli teatrali, musicali o eventi cinematografici a prendere visione del regolamento pubblicato sul sito istituzionale dell'Ente peloritano.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi