MESSINA

Telestroke riabilitativo

Prevede la costituzione del centro pilota Hub, rappresentato dall’Irccs Bonino Pulejo di Messina, e i distretti Spoke, costituiti dall’ospedale Cannizzaro di Catania, il Sant’Elia di Caltanissetta, il Sant’Antonio di Trapani e il Villa Sofia di Palermo


Presentata nella sede dell’Assessorato regionale alla Salute, a Palermo, la rete di telestroke riabilitativo. Prevede la costituzione del centro pilota Hub, rappresentato dall’Irccs Bonino Pulejo di Messina, e i distretti Spoke, costituiti dall’ospedale Cannizzaro di Catania, il Sant’Elia di Caltanissetta, il Sant’Antonio di Trapani e il Villa Sofia di Palermo. Si tratta di un sistema al momento unico al mondo - cofinanziato da ministero e Regione per un totale di 1,2 milioni di euro - che consente un salto di qualità senza precedenti nell’ambito della neuroriabilitazione. Il direttore generale e il direttore scientifico dell'IRCCS Bonino Pulejo, Angelo Aliquò e Placido Bramanti, hanno illustrato il sistema di teleriabilitazione alla presenza dell’assessore regionale alla salute Baldo Gucciardi. Una piattaforma di monitoraggio che permette di seguire a distanza, ma in tempo reale, la riabilitazione motoria del paziente colpito da ictus. Sono stati mostrati inoltre tutti i passaggi di teleriabilitazione con il sistema installato al Bonino Pulejo e un collegamento video con le quattro strutture Spoke sparse per l’Isola. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi