MESSINA

Telestroke riabilitativo

Prevede la costituzione del centro pilota Hub, rappresentato dall’Irccs Bonino Pulejo di Messina, e i distretti Spoke, costituiti dall’ospedale Cannizzaro di Catania, il Sant’Elia di Caltanissetta, il Sant’Antonio di Trapani e il Villa Sofia di Palermo


Presentata nella sede dell’Assessorato regionale alla Salute, a Palermo, la rete di telestroke riabilitativo. Prevede la costituzione del centro pilota Hub, rappresentato dall’Irccs Bonino Pulejo di Messina, e i distretti Spoke, costituiti dall’ospedale Cannizzaro di Catania, il Sant’Elia di Caltanissetta, il Sant’Antonio di Trapani e il Villa Sofia di Palermo. Si tratta di un sistema al momento unico al mondo - cofinanziato da ministero e Regione per un totale di 1,2 milioni di euro - che consente un salto di qualità senza precedenti nell’ambito della neuroriabilitazione. Il direttore generale e il direttore scientifico dell'IRCCS Bonino Pulejo, Angelo Aliquò e Placido Bramanti, hanno illustrato il sistema di teleriabilitazione alla presenza dell’assessore regionale alla salute Baldo Gucciardi. Una piattaforma di monitoraggio che permette di seguire a distanza, ma in tempo reale, la riabilitazione motoria del paziente colpito da ictus. Sono stati mostrati inoltre tutti i passaggi di teleriabilitazione con il sistema installato al Bonino Pulejo e un collegamento video con le quattro strutture Spoke sparse per l’Isola. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

De Luca, ecco le querele

De Luca, ecco le querele

di Maurizio Licordari

Via dei Mille, rubate 15 piantine

Via dei Mille, rubate 15 piantine

di Maurizio Licordari