messina

Sui Tir Accorinti vuole la città al fianco

“Non voglio andare ai funerali di qualche mio concittadino e provare il rimorso per non aver fatto nulla per evitarli”. Così il sindaco, stamattina, spiegando le ragioni della clamorosa decisione di chiudere il cavalcavia ai Tir dal prossimo 20 luglio. In questa battaglia il Accorinti chiama al suo fianco tutta la città.


Commenti all'articolo

  • domenico58

    23 Giugno 2014 - 11:11

    Sarebbe bene che il sig sindaco si informasse prima di parlare. Gli orari estivi dell cartour ci sono sempre stati,da quando è nata la messina - salerno. Vorrei spiegato come fà una nave che può portare ca 90 tir a scaricarne 140...Bho? (misteri della matematica) In ogni caso il trasportato nell'orario estivo è composto principalmente da autovetture. Il vero problema è che bisogna accanirsi contro i Franza che hanno la colpa di dare da mangiare a centinaia di persone. Si parla tanto della via del mare,che risolverebbe tutti i problemi,invece è rimasta lettera morta. A mio avviso sarebbe meglio se il sindaco si preoccupasse dei problemi della città, vedi svincoli,autostrada ecc.. non ci rendiamo conto che messina sta morendo e quindi è giusto accanirsi contro chi da lavoro, in una realtà dove la gente muore di fame. Grazie per lo spazio concessomi

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi