Messina

Da Montecitorio al carcere di Gazzi, ora si apre il capitolo della difesa

Francantonio Genovese da Roma è giunto in aereo a Reggio: il tempo di passare da casa a salutare i figli e poi si è recato nel penitenziario. Ecco il video del suo arrivo a Gazzi


L’arrivo a Reggio Calabria Genovese è atterrato a Reggio Calabria poco dopo le sei del pomeriggio. In aereo ha saputo dei 371 “sì” che hanno decretato il suo arresto. Lì, a Reggio Calabria, c’era uno dei suoi avvocati, Nino Favazzo, che lo attendeva con la sua auto, una grossa Bmw X6 grigia. Poi, ironia della sorte, dopo aver atteso, per poco, a Villa San Giovanni, è salito sulla “sua” nave della Caronte&Tourist, dov’è un socio storico per gullottiana discendenza e decisivo da molti anni, per oltrepassare lo Stretto. Quando la nave è sbarcata a Messina il parlamentare ha fatto rotta sempre sull’auto del suo legale, lui seduto davanti e la moglie dietro, verso la casa di Torre Faro, così com’era stato concordato in precedenza, visto che aveva dichiarato di volersi consegnare all’autorità giudiziaria dopo il “sì” della Camera.

Il breve passaggio a casa In quella grande villa che s’affaccia sul mare dove la moglie ha già trascorso il suo lungo tempo dei domiciliari, c’è rimasto per circa un’ora Genovese, ha preparato il necessario per la permanenza in carcere, ha smesso la mattiniera giacca grigia e la cravatta di Montecitorio e ha indossato il suo “fido” maglione blu scuro con una camicia chiara più sportiva, ha salutato i figli in lacrime, la moglie Chiara, poi è risalito sulla vettura del suo difensore tallonato da una serie di auto di servizio della Squadra mobile, della Sezione di Pg della polizia e della Guardia di finanza che lo avevano preso in consegna sin dal suo arrivo in città. Il dirigente della Mobile, il vice questore Giuseppe Anzalone, ha atteso all’esterno della villa per l’ultima parentesi da libero cittadino, prima di entrare in carcere.

L’ingresso in carcere A Messina-Gazzi il parlamentare è arrivato poco dopo le nove di sera, il codazzo di auto di servizio sempre dietro a quella imponente Bmw, mentre il cancello del carcere s’apriva ha pure salutato con mezzo amaro sorriso, poi il corteo di vetture è stato inghiottito nello stretto piazzale della casa circondariale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto