Scalea (Cs)

La giornata di Renzi
tra sit-in e impegni

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi e la visita a Scalea (in provincia di Cosenza) tra manifestazioni di protesta ed incontri istituzionali. Renzi ha concluso la giornata calabrese lanciando un appello ai calabresi "alzatevi - ha detto- e combattete"


Piove a Cosenza, ma a Scalea c'è il sole, le forze dell'ordine pattugliano le strade in attesa del Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Lungo la Statale 18  pochi metri di distanza dal Municipio dove arriverà il Premier, un gruppo di operatori dell'Aias protesta. L'impianto sportivo  polifunzionale AIASvillage devastato da una tromba d'aria il 30 settembre scorso, mostra le ferite. Inutili gli appelli. Il legale rappresentante della struttura, Antonio, Maurizio Arci,  le chiavi legate  al tricolore, è sospeso  nel vuoto a circa dieci metri d'altezza, poggiato su uno dei piloni d'acciaio lancia l'ennesimo grido d'allarme: " Sono  un imprenditore sociale che è stato lasciato solo" -urla-" è necessario-conclude- il sostegno delle istituzioni per  ricostruire quanto è andato distrutto, per dare continuità ad un servizio di utilità economica e sociale per il territorio e di occupazione per il personale che con un colpo di vento ha perso il posto di lavoro". Il corteo presidenziale è puntuale. Alle 10 varca il cancello dell'istituto comprensivo "Gregorio Caroprese" i bambini ordinati, in una classe si è voluto sui grembiulini rappresentare l'Italia intera ed ogni piccolo porta il nome di una regione. Renzi  dentro con i piccoli, fuori manifestazioni e cartelli  dei lavoratori degli appalti  delle pulizie che temono per la riduzione dell'orario di lavoro e del già magro salario. " Vogliamo delle risposte "- affermano. Anche le mamme si sono armate di striscioni " Siamo indignate - fanno sapere- per le condizioni igieniche e di sicurezza della scuola". Non mancano i precari della sanità. Circa un'ora e mezza all'interno delle aule. Poi a piedi verso il Municipio dove lo attendono gli amministratori locali. Il Comune di Scalea  è commissariato. Il consiglio sciolto per 'ndrangheta. La riunione con le istituzioni locali è a porte chiuse. A prendere la parola i sindaci  di Cassano allo Ionio, Giovanni Papasso e di Cetraro, Giuseppe Aieta. Inatnto l'arrivo a sorpresa del Procuratore aggiuntro della Direzione Distrettuale Antimafia, Nicola Gratteri.  Un breve incontro con i giornalisti in  cui si sofferma sui tagli delle Province "La riduzione dei costi della politica, e aggiungo dei posti -  ha detto, è la premessa per l'operazione di restituzione degli 80 euro nelle tasche dei cittadini che stiamo cercando di fare." Infine l'incontro in piazza con i cittadini . Qui il messaggio per i calabresi " alzatevi e combattete" " Ho detto ai ragazzi che nessuno può farsi  interprete  dei loro sogni e che devono essere loro  amettersi in gioco" " E' importante- ha aggiunto- che ci siano sindaci ed amministratori onesti perchè- ha proseguito - per un sindaco disonesto che fa notizia ce ne devono essere molti  che fanno il  loro dovere. Renzi sul palco  era affiancato dal ministro degli Affari Regionali  Maria Carmela Lanzetta e dal segretario del Partito Democratico Calabrese, Ernesto Magorno. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi