Morte 17enne

Niente dubbi
Incidente autonomo

Gli accertamenti fin qui eseguiti dalla Polizia Municipale hanno escluso il coinvolgimento di altri mezzi. Intanto sono stati sequestrati il ciclomotore ed il casco dello studente di Sperone.


Un attimo di distrazione o un errore di guida. Potrebbero essere le cause che hanno causato l’incidente in cui sabato notte sulla provinciale 45 a Curcuraci ha perso la vita il 17enne Christian Raffa. Gli uomini della sezione Infortunistica della Polizia Municipale al momento non hanno dubbi: si è trattato di un incidente autonomo, cioè senza il concorso di altri mezzi. Non a caso il magistrato ha ritenuto inutile eseguire l’autopsia e ha disposto la restituzione immediata del corpo ai familiari. Solo il ciclomotore, un Piaggio Beverly 125, è stato sequestrato per eseguire altri accertamenti ma si è trattato solo di un adempimento burocratico.

Christian sabato stava trascorrendo la serata in compagnia di amici in una villa di Curcuraci quando ha lasciato la comitiva per andare incontro ad un amico.  Purtroppo però il destino era in agguato. Dopo aver affrontato una curva a destra, poco prima di un lungo rettilineo, Christian, secondo la ricostruzione della Polizia Municipale, ha perso il controllo del ciclomotore. Il mezzo ha strisciato contro il muro e si è impennato catapultando il 17enne a diversi metri di distanza. Il ragazzo ha urtato violentemente la testa sull’asfalto ed è morto sul colpo. Accanto al corpo i vigili urbani hanno trovato e sequestrato il casco che non presentava segni di ammaccature.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400