CALCIO

L'Acr Messina
riabbraccia
la coppia gol

Presentati al S.Filippo, Giorgio Corona e Salvatore Cocuzza. Sono gli unici riconfermati dell'organico della scorsa stagione. I due attaccanti pronti a lanciare la sfida promozione. Guarda il servizio di RTP GIORNALE


L’Acr Messina nel reparto avanzato riparte da solide certezze, quelle della coppia gol Corona-Cocuzza che numeri alla mano, 33 gol in due nella stagione appena trascorsa,  potrà dare ancora tanto alla causa giallorossa in quello che, nelle intenzioni e nei programmi, dovrebbe essere il campionato della rinascita. Travagliata ma scontata la conferma del primo, anche per le sue doti di leader silenzioso, leggermente più laboriosa, invece, la trattativa che ha portato Cocuzza all’ennesima firma con la società peloritana, giacché si tratta della sua terza stagione con una breve parentesi a Marsala. In un primo momento, infatti, sembrava non rientrare nei piani dell’Acr Messina nonostante un recente curriculum di tutto rispetto. Decisiva la volontà dell’attaccante di rimettersi in gioco e di fare bene con una maglia che sente quasi come una seconda pelle. I due cugini potranno ancora giocare insieme e prendersi la rivincita per un campionato, lo scorso, che nonm si è concluso come sperato. Corona, probabilmente, chiuderà la sua lunga carriera in giallorosso così com’era nei suoi desideri dopo la promozione in serie B con la Juve Stabia. La falsa partenza dello scorso campionato è già alle spalle e per lui parlano i gol che, comunque, alla fine, come al solito, è riuscito a segnare anche se la squadra non è, poi,  riuscita a vincere il torneo. Ma il suo rendimento costante rappresenta più di una garanzia. Alla famiglia Lo Monaco lo lega un debito di riconoscenza, visto che debuttò in serie A con il Catania,  segnando una rete storica a Cagliari. Probabilmente sarà anche il nuovo capitano  della squadra anche se, su questo aspetto, il direttore sportivo Fabrizio Ferrigno, suo ex compagno di squadra, non si è voluto sbilanciare. Corona, come, invece, ha sottolineato il suo procuratore Pietro Liberti, ha sposato il progetto rinunciando alla congrua offerta della Torres.
Nei prossimi giorni, Ferrigno proverà a chiudere altre trattative. Le prime con alcuni giovani del Genoa, il portiere Lagomarsini e l’attaccante Benabid. Poi cercherà di perfezionare quella con Giampà e con gli altri attaccanti che faranno parte della rosa.
Il ritiro pre campionato dovrebbe cominciare lunedì 23 ma la comitiva non andrà a Fondachelli Fantina, sede scartata per motivi logistici. La squadra, forse comincerà a lavorare in Calabria o in una località non distante da Castel di Sangro dove è in programma la seconda parte del ritiro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi