messina

L'acqua dovrebbe tornare domenica

Proseguono sulla collina di Calatabiano i lavori per la realizzazione del by pass per la condotta del Fiumefreddo. Domani saranno stesi i tre tubi flessibili e, dopo l'attivazione, saranno effettuate le prove di tenuta. L'acqua partirà verso Messina nella nottata di sabato. Domenica dovrebbe finalmente ricominciare l'erogazione quasi regolare .


Oggi il completamento della pista su cui entro questa notte verranno trasportate le bobine con gli escavatori. La parte della collina franata è stata risagomata ed è stato realizzato un primo sistema di canalizzazioni delle acque pluviali. Domani i tre tubi flessibili saranno stesi e messi in funzione. Sarà immessa l'acqua per effettuare le prove di tenuta della condotta e quindi, se tutto andrà bene, sabato notte il nuovo bypass dovrebbe essere attivato per rifornire il MonteSanto e di seguito tutti i serbatoi messinesi. Questa operazione dovrebbe completarsi nella giornata di domenica. Sul fronte del monitoraggio della frana, procede l'acquisizione dei dati da parte dei ricercatori del Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università di Firenze, centro di competenza tecnico-scientifica della protezione civile nazionale, che in tempo reale registrano il movimento franoso con un radar. In città continua l'impegno quotidiano degli oltre 80 volontarie e volontari di protezione civile per garantire la distribuzione d'acqua porta a porta a un centinaio di persone anziane o con disabilità. Confermate le 38 autobotti operative negli 11 punti fissi e nel rifornimento di scuole, presidi sanitari, e serbatoi di condomini privati. Inoltre, 8 pick-up operano nei quartieri con problemi di viabilità. Stamattina qualche momento di tensione nella scuola elementare Annibale Maria di Francia, istituto Catalfamo, al Cep. I genitori hanno protestato perchè l'acqua nei serbatoi non era sufficiente per i servizi igienici e quindi i bambini sono rimasti a casa. INT La preside Maria Ausilia di Benedetto ha spiegato che il problema è causato da un malfunzionamento dei serbatoi che crea dispersione. INT
In porto si avvicendano le navi-cisterna che riforniscono il serbatoio di Torre Vittoria di ulteriori 7 milioni di litri. Quindi al momento il flusso di alimentazione in città si aggira su valori di circa 600 litri/sec provenienti da Alcantara, Santissima e pozzi cittadini. Due note a margine : la prima, una cittadina denuncia lo spreco di acqua che scorre senza sosta dalla fontana pubblica di Paradiso. La seconda, l'assessore Sebastiano Pino, che coordina la distribuzione con le autobotti, conferma che, nell'elenco dei privati da rifornire gratuitamente, la protezione civile non ha ancora inserito le attività commerciali .

Commenti all'articolo

  • nino24

    12 Novembre 2015 - 16:04

    Completo quando il Fiumefreddo sarà definitivamente sistemato? Visto che ci aspettano periodi di magra...come negli anni 70 !!Lo potete chiedere a chi di competenza? Grazie

    Rispondi

  • nino24

    12 Novembre 2015 - 16:04

    Cari giornalisti continuate a limitare il vs. intervento semplicemente alla cronaca, ma in realtà ci sarebbe molto da dire o fare.!Intanto segnaliamo che al quartiere lombardo per le solite genialate dell'amam l'acqua è stata immessa in rete alle 4 e già alle 5,30 finita spiazzando tutti noi che ancora dormivano quindi niente raccolta di acqua!Da stanotte iniziano le veglie!!Quando il Fiumefreddo

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto