CALCIO

Messina, la carica
dei ventimila
Guarda l'intervista

Presentate al S.Filippo alcune delle iniziative in cantiere, in collaborazione con Università e Scuole, per il derby tra Messina e Catania che, probabilmente, sarà vietato ai tifosi ospiti dal momento che l’osservatorio delle manifestazioni sportive l’ha catalogato a rischio 4, il massimo della scala.


#20milainsieme è l’hashtag varato per individuare il derby tra Messina e Catania, in programma allo stadio S.Filippo domenica 15 novembre alle 14.30. All’evento, quasi certamente, mancheranno i tifosi etnei a cui dovrebbe essere vietata la trasferta, catalogata ad altissimo rischio dall’osservatorio per le manifestazioni sportive. La società peloritana vuole riempire ugualmente l’impianto con famiglie e studenti ed ha varato una serie di iniziative presentate oggi in conferenza stampa dal Dg Lello Manfredi e a cui hanno partecipato il rettore ed il direttore generale dell’università Pietro Navarra e Franco De Domenico, il vice presidente dell’Ersu Luigi Chiara e il delegato provinciale del Coni Aldo Violato.

Universitari e studenti di scuole medie sopra gli undici anni potranno acquistare i tagliandi a prezzi agevolati, 5 euro per la tribuna B, settore che verrà riaperto per l’occasione dopo 7 anni. Per gli under 11, invece, il prezzo rimane quello simbolico di un euro. Tra le novità l’istituzione del biglietto a pagamento, 3 euro, per i parcheggi e il prolungamento della fase di prelazione che consentirà fino al 10 novembre di acquistare i tagliandi a prezzi scontati. Annunciata la presenza di un main-sponsor sulla maglia del Messina in occasione del derby in cui, lo ricordiamo,  non saranno validi gli abbonamenti in virtù della giornata giallorossa. I possessori della tessera del tifoso potranno, infine, convertire il documento cartaceo in quello plastico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi