MESSINA

Camping in centro
dopo le condanne
Guarda il video

Numerose tende, montate a piazza Cairoli e a piazza Duomo, sono apparse stamattina in segno di protesta contro la sentenza di condanna nei confronti dei due giovani antagonisti. 10 mesi al 39enne Sergio Runci e 6 mesi alla 29enne Irene Romeo per resistenza a pubblico ufficiale per i tafferugli del 31 agosto scorso.


Numerose tende, montate contemporaneamente  a piazza Cairoli e a piazza Duomo, sono apparse stamattina in segno di protesta contro la sentenza di condanna, di ieri pomeriggio, nei confronti dei due giovani antagonisti emessa nel processo scaturito in seguito ai tafferugli esplosi con la polizia municipale per la vicenda della  tenda di fronte all’Università.  Il giudice monocratico Massimiliamo Micali ha infitto dieci mesi di reclusione  al 39enne Sergio Runci e 6 mesi alla 29enne Irene Romeo per  resistenza a pubblico ufficiale, reato ritenuto sussistente per entrambi. I mesi in più per Runci per aver rifiutato di indicare le proprie generalità. Questi rimane agli arresti domiciliari, per Irene Romeo invece il giudice ha revocato l’obbligo di firma e da ieri è completamente libera. Il giudice ha scritto in sentenza: di aver disposto la trasmissione degli atti al pm in relazione al reato di lesioni con la classica dicitura «per fatto diverso da quello contestato». Gli  scenari quindi saranno noti quando il magistrato depositerà le motivazioni della sentenza. Intanto i sostenitori dei due giovani proseguono con la loro protesta istallando tende nelle aree pubbliche  centrali della città. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi