Youtube

Maradona dribblato
dal nipotino / VIDEO

Campioni si nasce, non si diventa. Potrebbe essere questo il titolo del video nel quale il nipotino di Diego Armando Maradona dribbla il mitico nonno, di nuovo molto sovrappeso.

Campioni si nasce, non si diventa. Potrebbe essere questo il titolo del video nel quale il nipotino di Diego Armando Maradona dribbla il mitico nonno, di nuovo molto sovrappeso.

L'ex pibe de oro cerca addirittura di stendere il nipotino con un fallo. Il bimbo, Benjamin Aguero, si muove già come un asso del calcio. Oltre a Maradona, il ragazzino riesce anche a dribblare il cane di famiglia prima di insaccare con un tocco di vera classe.

___________________

Lo scandalo che sta sommergendo la Fifa arriva fino al G7. E Diego Armando Maradona si fa avanti per la vicepresidenza, nel caso il prossimo congresso straordinario eleggesse alla presidenza il principe giordano Alì bin-al Hussein. I leader mondiali ne hanno parlato, seppur in modo informale, al vertice in corso in Germania, su input del premier David Cameron. "La corruzione è un problema che danneggia la credibilità delle istituzioni" ha detto il primo ministro inglese, che aspira ad ospitare nel proprio paese il Mondiale del 2022, se le indagini avviate dall'Fbi dimostrassero casi di corruzione alla base dell'assegnazione al Qatar. Parole che la cancelliera Angela Merkel riferito, in qualche modo facendole sue. "Vogliamo che uno sport che sta prendendo piede da noi, sia gestito in modo corretto" è intervenuto il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Il calcio è più di un gioco e un business molto grande che deve essere condotto con integrità, ha affermato Obama, senza scendere nei dettagli delle indagini in corso. Prese di posizione che indicano quanto in alto sia arrivato l'interesse per l'inchiesta. Intanto l'accavallarsi di sospetti sull'assegnazione delle prossime due edizioni del Mondiale, ha suscitato la reazione del ministro dello Sport di Mosca, Vitali Mutko. La Russia si è aggiudicata la rassegna iridata del calcio nel 2018 e le indagini avrebbero lo scopo di "arrecarle un danno: morale, sociale, politico e d'immagine" ha commentato Mutko, ribadendo di non vedere motivo per revocare l'edizione in Russia. "Se arriverò a ricoprire quel ruolo farò pulizia cacciando molta gente" ha promesso Maradona, parlando della sua idea di candidarsi alla vicepresidenza. Da sempre fiero oppositore di Joseph Blatter, il fuoriclasse argentino aveva espresso il proprio appoggio al principe Alì già in occasione delle recenti votazioni in cui lo svizzero era stato rieletto, mentre Alì grazie anche al sostegno dell'ex fuoriclasse del Napoli, aveva ottenuto 96 preferenze. "Ritengo di avere molte chance di essere il vice della Fifa" ha detto ancora Maradona parlando a 'El show del futbol', programma dell'emittente argentina America Tv. L'intervista ha generato anche un piccolo giallo: secondo l'emittente Maradona avrebbe detto di aver incontrato Platini a Dubai e lì il presidente della Uefa gli avrebbe rivelato di aver truccato 167 partite. Ma un portavoce di Maradona ha smentito, sostenendo che la frase è stata fraintesa. Platini si sarebbe riferito all'allarme per le partite truccate in vari tornei, comprese alcune giocate nei preliminari di Europa League.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi