Cassano allo Jonio (CS)

Operazione Gentlemen
le rotte del mare
nel narcotraffico

Il clan degli zingari di Timpone Rosso si approvvigionavano di marijuana ed eroina dall'Albania grazie a due pescherecci. Le intercettazioni dell'unità operativa aeronavale delle fiamme gialle di Vibo.


Operazione ‘Gentlemen’ della Guardia di Finanza. Il clan degli zingari che ha la sua roccaforte nel quartiere Timpone Rosso di Cassano allo Jonio è, secondo gli inquirenti, il gruppo leader nel narcotraffico del cosentino, ma è in grado di rifornire in una sorta di monopolio molte aree del paese poichè gli albanesi, da cui si riforniscono, hanno un rapporto privilegiato con loro per quanto riguarda la marijuana. Durante le indagini grazie a dispositivi satellitari l’unità aeronavale delle fiamme gialle di Vibo ha intercettato i pescherecci che portavano i carichi di marijuana dall’Albania nel porto di Corigliano. Durante alcuni controlli sono state riprese le operazioni di trasbordo del carico in alto mare tra gli albanesi e i pescherecci degli zingari. In una occasione l’imbarcazione si era rifugiata nel porto di Taranto, ma le fiamme gialle sono intervenute e hanno sequestrato centinaia di chili di droga. Lo smercio veniva effettuato anche con il trasporto delle arance dalla piana di Sibari e con gli automezzi. Diversi i sequestri operati con la droga nascosta nei motori delle auto. Come sottolineato dal procuratore aggiunto della DDA di Catanzaro che ha coordinato le indagini, Vincenzo Liberto, erano pronti ad allestire propria laboratori a Cassano per produrre droghe sintetiche. L’alta disponibilità di liquidità del clan degli zingari deriva anche dalle rapine ai portavalori, mai efficacemente contrastate. Ecco il video.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi