PALMI (REGGIO CALABRIA)

Ex procuratore Dda Boemi querela pentita 'ndrangheta Pesce

In udienza processo collaboratrice chiamo' in causa magistrato

Ex procuratore Dda Boemi querela pentita 'ndrangheta Pesce

(ANSA) - PALMI (REGGIO CALABRIA), 8 AGO - L'ex magistrato Salvo Boemi, gia' procuratore aggiunto della Dda di Reggio, ha presentato una querela contro la pentita di 'ndrangheta Giuseppina Pesce che, nel corso di un'udienza nel processo All Inside in corso al Tribunale di Palmi, aveva affermato di aver sentito dire nella sua famiglia, ed in particolare dal suocero, che i suoi parenti potevano contare sull'aiuto di Boemi. Ad annunciarlo e' il legale dell'ex magistrato, Salvatore Costantino.(ANSA).

''Il nome di Boemi sarà rimbombato - prosegue l'avv. Costantino - quando da presidente della Corte d'Assise di Palmi ha pronunciato 19 ergastoli, tra i cui destinatari comparivano Pesce Antonino, classe 1953, e Piromalli Giuseppe. Ovvero quando un procedimento penale della Dda del '94 di Reggio Calabria, in quel periodo diretta proprio dal dott. Boemi, porta il Tribunale di Palmi ad emettere una sentenza di condanna anche nei confronti di Pesce Salvatore, padre della signora Giuseppina Pesce. O, ancora, quando nella qualita' di presidente del Tribunale di Reggio Calabria, Sezione per le Misure di prevenzione, nel procedimento promosso contro numerosi esponenti della famiglia Pesce (Pesce + 47), firmava il decreto con il quale oltre a sottoporre i preposti alla misura della sorveglianza speciale con divieto di soggiorno nei comuni delle province di Reggio Calabria, Vibo Valentia, Catanzaro, disponeva la confisca di numerosi cespiti per miliardi di lire"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

i più letti di oggi