CATANZARO

Annullato decreto Regione su esercizio centrale Mercure

Provvedimento autorizzava Enel a esercizio impianto biomasse

centrale del mercure

(ANSA) - CATANZARO, 2 AGO - Il Consiglio di Stato ha annullato per un vizio di forma il decreto della Regione Calabria che autorizzava l'Enel all'esercizio della centrale a biomasse del Mercure. Secondo l'Enel, ''la sentenza prefigura la chiusura dell'impianto in cui lavorano attualmente 150 persone. L'azienda ha investito 70 milioni di euro per realizzare una moderna centrale a biomasse vegetali di piccola taglia che puo' vantare standard di qualita' ambientale molto elevati''. 

Le reazioni: Annunciano proteste ad oltranza e si rivolgono al presidente del consiglio Monti e al ministro all’ambiente Clini i componenti del comitato per la riattivazione della centrale del Mercure dopo lo stop arrivato dal Consiglio di Stato che ha accolto i ricorsi contro la riapertura della centrale. “In questo modo – sostiene il comitato – si mandano in fumo migliaia di preziosi posti di lavoro nella filiera delle biomasse che vive già una profonda crisi,  devastando le aspettative di tante famiglie e si vanificano 10 anni di lavori e autorizzazioni”. La centrale riconvertita a biomasse, realizzata con tecnologie all’avanguardia e dotata di tutte le misure di sicurezza, dalla provata compatibilità ambientale  poteva segnare , secondo il comitato, una svolta per lo sviluppo del territorio. “Si butta al vento una importante opportunità non per anomalie tecniche, ma per cavilli burocratici”. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

i più letti di oggi