Inter

Moratti, credo nello scudetto

Presidente dei nerazzurri, cosi' ci crederanno anche i giocatori

Massimo Moratti

 "Se credo nello scudetto? Ci devo credere, così poi ci credono anche tutti i giocatori". L'attestato di fiducia viene dal presidente dell'Inter, Massimo Moratti, intervenendo a Raisport per la trasmissione '5 minuti di recupero'. Moratti ha assicurato di non essere sazio di vittorie: "Non basta mai quello che hai raggiunto, quindi sei sempre pronto a ricominciare per mettere la squadra in condizione di ottenere i migliori risultati possibili". "Da Presidente di questa società è mio dovere fare di tutto per prendere quella strada, soprattutto per i nostri tifosi che tanti sacrifici hanno fatto e fanno per sostenerci". Stramaccioni come Mourinho? "Il paragone - ha spiegato Moratti - l'ho fatto sulla dedizione al lavoro. Se poi riesce a ottenere stesse vittorie di José ancora meglio". "Quando qualcuno viene chiamato a rispondere si incomincia troppo spesso a pensare di voler cambiar tutto il sistema - ha detto a proposito della riforma della giustizia sportiva -. La giustizia sportiva è oberata di lavoro, devono affrontare molte cose serie e non mi sento di criticarla". Il patron nerazzurro non è apparso preoccupato per l'interesse del Milan verso Guardiola. "Ma io ho già un allenatore bravo quindi nessuna preoccupazione". Moratti ha parlato anche del futuro di Zanetti: "Javier è un ragazzo speciale e ha deciso di restare in questa società come dirigente, quando e se smetterà mai di giocare".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

i più letti di oggi

Omicidio ad Asti,  vibonesi in carcere

Omicidio ad Asti,
vibonesi in carcere

di Marialucia Conistabile