Rassegna cinematografica

Il Taormina Film Fest
parte da Messina

Domani il Gala di pre-apertura nella suggestiva cornice del Monte di Pietà. Saranno presenti Susan Sarandon e Monica Guerritore. Poi il film restaurato di Scola

Il Taormina Film Fest  parte da Messina

Susan Sarandon e Monica Guerritore

Grande cinema, glamour, solidarietà, saranno, anche quest’anno, i fili conduttori del Taormina FilmFest. L’edizione 62° è stata illustrata martedì a Roma, nella sede dell’Anica, e anche quest’anno la Rassegna prenderà il via con una Serata di gala prevista a Messina domani, con inizio alle 19,30, nell’incantata cornice del Monte di Pietà.

Si rinnova così il tradizionale appuntamento pensato per consolidare il rapporto tra la città dello Stretto, dove la kermesse ebbe iniziò nel 1955, e la Perla dello Ionio, unite dalla rassegna internazionale cinematografica. Un evento che, anche quest’anno, incontra la solidarietà poiché l’incasso della serata sarà devoluto al Comitato italiano per il reinserimento sociale (Cirs) di Messina, per la gestione della casa famiglia “La Glicine” che accoglie gestanti, ragazze madri e bambini.

Dopo l’Irrera a Mare e il foyer del Teatro Vittorio Emanuele, sarà quest’anno il suggestivo spazio del Monte di Pietà ad accogliere il momento inaugurale del Festival, prodotto e organizzato da Agnus Dei di Tiziana Rocca, general manager, con Chiara Nicoletti e Jacopo Mosca co-direttori del comitato artistico.

Tra le presenze della serata Monica Guerritore, presidente della Giuria del Festival (a lei sarà consegnato il Premio Città di Messina), e Susan Sarandon, l’attrice newyorkese che torna in Sicilia dopo un anno, confermando il suo amore per l’isola e le lontane origini siciliane (il nonno infatti nacque a Ragusa). Per lei una lunghissima e prestigiosa carriera e da sempre un impegno concreto nel sociale.

La serata si aprirà con un cocktail di benvenuto, subito dopo è prevista la premiazione degli attori e dei cineasti presenti. Concluderà il gala la proiezione del film “C’eravamo tanto amati” di Ettore Scola, regista scomparso lo scorso gennaio, proposto per la prima volta nella versione recentemente restaurata dal Centro sperimentale di cinematografia.

L’evento, curato da Michel Curatolo, responsabile relazioni esterne Taormina FilmFest, promosso dal Cirs e nasce in collaborazione con i Comuni di Messina e Taormina, la Città metropolitana di Messina, TaorminaArte e il Cral Città metropolitana di Messina.

Un’occasione per accendere i riflettori sul lavoro quotidiano del Cirs, che promuove la cultura della prevenzione e dell’assistenza nel campo del disagio psico-sociale e dell’emarginazione e la cui sezione di Messina, fondata nel 1958 da Maria Celeste Curatolo Celi, è impegnata nel reinserimento sociale delle donne tramite lo studio, il lavoro, la piena autonomia morale e materiale.

Il TaorminaFilmFest poi si sposterà nella Perla dello Ionio dall’11 giugno quando, al Teatro Antico, è prevista la proiezione speciale del nuovo film Disney-Pixar “Alla Ricerca di Dory” diretto da Andrew Stanton, che arriverà nelle sale italiane il 14 settembre 2016, il Festival si concluderà il 18 giugno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi