CAPELLO NUOVO CT RUSSO

"L'obiettivo è
la qualificazione
ai mondiali 2014"

L'allenatore di Pieris ha firmato un contratto di due anni. Con lui ci saranno 5 collaboratori italiani. " Non sono qui per Berlusconi" ha aggiunto in conferenza stampa

"L'obiettivo è
la qualificazione
ai mondiali 2014"

Fabio Capello, nuovo Ct della Russia

Fabio Capello è il nuovo ct della Russia: lo ha annunciato lo stesso tecnico italiano in una conferenza stampa a Mosca. "Sono orgoglioso, questa Nazionale ha grandi potenzialità", ha detto spiegando di aver firmato un contratto per 2 anni con l'obiettivo di qualificarsi per i Mondiali 2014. Con lui ci saranno 5 collaboratori italiani.

"Ho amicizia e rispetto per Silvio Berlusconi ma non è intervenuto per nulla in questa scelta della Federazione": così Fabio Capello ha risposto ad una domanda sulle indiscrezioni di stampa secondo cui sarebbe stato Berlusconi a consigliare il suo amico Vladimir Putin di chiamare il tecnico friulano per guidare la Nazionale russa. "Sono stato invitato dal ministro dello Sport, Vitali Mutko, durante un convegno a Roma, la sera stessa avevo un aereo per Mosca", ha spiegato Capello.

"Non aver giocato gli Europei con l'Inghilterra, dopo averli preparati per due anni, mi ha fatto venire la rabbia e la voglia di continuare": così il nuovo ct della Russia, Fabio Capello, ha commentato il fatto di essere stato costretto a dimettersi dalla guida della Nazionale inglese per il caso Terry, il capitano cui la Federazione voleva togliere la fascia per presunte accuse di razzismo durante una partita. "E' come quando ti annullano dei gol validi, senti la rabbia di subire un'ingiustizia", ha detto

Nel giorno della firma Fabio Capello mette subito in riga il capitano Andrei Arshavin, che aveva avuto parole di indifferenza di fronte alla delusione dei tifosi per la prematura uscita della Russia dagli Europei. "Sì, sono stato informato di questo, voglio incontrare al più presto Arshavin, probabilmente in Germania durante una partita del suo Arsenal, e sapere cosa è successo, perché questo non amore verso i tifosi e la maglia della Russia", ha spiegato il tecnico friulano. "I tifosi sono una forza importante, che ci aiuta nelle situazioni difficili", ha proseguito, assicurando che con Arshavin parlerà "anche della fascia di capitano". Capello ha ricordato che quando guidava l'Inghilterra il contratto prevedeva che fosse l'allenatore a scegliere il capitano. "Sarà così anche in Russia, la Federazione non si intrometterà", ha assicurato il presidente pro tempore Nikita Simonian. Arshavin è avvisato. (ANSA)



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Ecco i sei che progettavano un’altra Capaci

Ecco i sei che progettavano un’altra Capaci

di Francesco Celi - Leonardo Orlando

Omicidio ad Asti,  vibonesi in carcere

Omicidio ad Asti,
vibonesi in carcere

di Marialucia Conistabile