MOTO

Rossi operato nella notte, addio rincorsa al mondiale

Incidente su una moto da enduro, si è fratturato tibia e perone

Rossi operato nella notte, addio rincorsa al mondiale

"Rossi resta in ospedale tre o quattro giorni, poi ce ne vorranno 30-40 di convalescenza, e dovrà fare fisioterapia in un centro di riabilitazione". Lo ha detto il prof. Raffaele Pascarella, direttore dell'Unita' operativa di Ortopedia e Traumatologia dell'ospedale di Torrette in una conferenza stampa sulle condizioni di Valentino Rossi. "Vuole tornare a correre", ha aggiunto Pascarella, e ai giornalisti che gli chiedevano quale fosse lo stato d'animo del campione, ha aggiunto: "Mi ha colpito la sua tranquillità".

Valentino Rossi è stato operato nella notte nell'ospedale di Torrette ad Ancona, e non a Rimini come si era appreso in precedenza, per la frattura di tibia e perone riportate in un incidente di moto ieri a Borgo Pace, mentre si allenava. Il trasferimento nell'Ortopedia dorica, nel reparto del primario Pascarella, è avvenuto nella notte. Ai cronisti era stato detto che Valentino da Urbino era stato portato a Rimini: un 'depistaggio' a quanto pare voluto, per mantenere la privacy del pilota.

Per lui sfuma così la rincorsa al Mondiale della MotoGp. Tutto succede a 10 giorni da Misano, il Gp di San Marino, quando la corsa al Mondiale è ancora formalmente aperta, classifiche alla mano: Dovizioso primo 183 punti, il 'Dottore' quarto a 157. A spazzare via le speranze del campione più amato della MotoGp, però, la brutta caduta da una moto enduro, mentre si allenava nel pomeriggio con i 'suoi' ragazzi della Riders Academy, vicino Urbino. La brutta botta alla gamba destra, la stessa infortunata nel 2010 al Mugello, e la corsa all'ospedale di Urbino, con i timori di una doppia frattura di tibia e perone, che poi si rivela una drammatica realtà. E il padre Graziano alimenta i timori: "Ho parlato con Valentino, ha molto dolore e non e' ottimista. E' un casino".

All'ospedale corrono il fratello, Luca Marini, e la madre, Stefania Palma. I medici per poter effettuare la radiografia devono tagliare lo scarpone da moto. Al suo capezzale anche il dott. Lucidi, il medico che lo ha curato in passato. Ma il Motomondiale rimane a lungo col fiato sospeso: con una frattura e l'operazione l'assenza sarebbe di almeno 40 giorni, costringerebbe dunque Valentino a saltare perlomeno due gare, Misano e Aragon, col Giappone del 15 ottobre comunque a rischio.

La disavventura di Valentino arricchisce comunque l

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

"Colpo" in banca: tutti presi

"Colpo" in banca: tutti presi

di Rosario Pasciuto