Serie B

Reggina, esauriti
alibi e attenuanti

La sconfitta interna con il Livorno ha fatto piombare la squadra in zona retrocessione. Confermate le lacune e l’inesperienza dell’organico, ma occorre dare subito una svolta alla stagione.

Reggina, esauriti 
alibi e attenuanti

C’era tanta differenza fra Reggina e Livorno e Dionigi è stato onesto ad ammetterlo. Il tecnico è tornato poi sullo scorso mercato estivo ribadendo concetti che aveva già espresso: «Siamo incompleti, ci manca qualcosa e dovremo aspettare la sessione invernale di gennaio per poter intervenire». Foti e Giacchetta, per ovvie esigenze di bilancio, hanno condotto un mercato al risparmio. Effettivamente in via Delle Industrie non sono consentite spese folli, ma non ci si deve poi lamentare se nelle ultime cinque giornate sono arrivate ben quattro sconfitte. L’obiettivo della Reggina, alla luce delle ultime uscite, non può che essere la salvezza. I numeri sono questi, anche se all’appello mancano quei tre punti che si spera possano essere restituiti dal Tnas.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi