Decine di feriti

Senegal-Costa d'Avorio
scontri allo stadio

Decine di persone, fra le quali il ministro dello Sport senegalese, El Hadji Malick Gakou, sono rimaste leggermente ferite negli incidenti.

Senegal-Costa d'Avorio
scontri allo stadio

Decine di persone, fra le quali il ministro dello Sport senegalese, El Hadji Malick Gakou, sono rimaste leggermente ferite negli incidenti che hanno causato ieri sera la sospensione definitiva della partita valida per le qualificazioni alla fase finale della Coppa d'Africa di calcio, fra Senegal e Costa d'Avorio. Lo ha dichiarato uno dei medici intervenuti nel Leopold Sedar stade Senghor.

Il politico sarebbe stato colpito da una pietra ed e' stato portato via. La partita e' stata sospesa a un quarto d'ora del termine, dopo il gol del raddoppio di Drogba e dopo che alcuni proiettili sarebbero stato sparati verso il campo da gioco. In tribuna sono stati appiccati incendi e molti spettatori hanno lanciato oggetti in campo. L'arbitro, dopo una sospensione di 40', ha mandato le squadre negli spogliatoi. La Costa d'Avorio era in vantaggio per 2-0 ma, ad accendere l'ira dei senegalesi presenti allo stadio, sarebbe stato il gol del 2-0 di Drogba, realizzato su rigore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi