serie B

Cagliari ko,
Crotone più vicino

Il Brescia travolge il Cagliari 4-0 mentre il Como frena il Bari sull'1-1. Vola il Crotone con un rigore a La Spezia di Stojan che vale i tre punti.

Cagliari ko, Crotone più vicino

Il Brescia travolge il Cagliari 4-0 mentre il Como frena il Bari sull'1-1. Vola il Crotone con un rigore a La Spezia di Stojan che vale i tre punti. Esordio amaro per Di Carlo sulla panchina ligure. Torna a correre il Cesena che si impone 1-0 sul Pescara. Pro. In classifica il Crotone consolida il suo secondo posto a quota 31, uno in meno del Cagliari, e due più del Bari. Il Cesena stacca proprio il Pescara e sale al quarto posto solitario a 27 punti, ad una sola lunghezza dai pugliesi. 

Il quadro 15/ma giornata di Serie B 

Spezia-Crotone 0-1
Cesena- Pescara 1-0
Salernitana-Pro Vercelli 1-2
Brescia Cagliari 4-0
Como-Bari 1-1
Modena-Virtus Entella 0-1
Livorno-Novara 0-1
Avellino-Perugia 1-2
Virtus Lanciano-Latina 2-1
Ternana-Vicenza 2-0
Ascoli-Trapani (domenica 17.30)
La 15/ma giornata in pillole

Brescia-Cagliari 4-0 - La capolista Cagliari ferma la sua corsa in casa del Brescia: al Rigamonti finisce 4-0. Sblocca Andrea Caracciolo al 2' della ripresa: diagonale rasoterra che sbatte sul palo prima di battere Storari. Il raddoppio al 12' ha la firma di Kupisz con una deviazione al volo sugli sviluppi di una punizione. Il tris al 33' lo cala Embalo che coglie impreparato Storari con una conclusione sul primo palo. Infine il 4-0 è di Kupisz in pieno recupero: l'esterno parte dalla propria area e fa tutto il campo in solitaria prima di mettere a sedere Storari. La gara è stata segnata dal grave infortunio a tibia e perone rimediato da Dessena al 19' del primo tempo dopo un'entrata con piede a martello di Coly (solo ammonito): il centrocampista è stato portato via in ambulanza. Molte le proteste cagliaritane per la blanda sanzione nei confronti di Coly: a farne le spese il tecnico dei sardi Rastelli.

Como-Bari 1-1 - Il Como fanalino di coda sfiora l'impresa con il Bari e pareggia 1-1 una partita in cui non si sono visti i 20 punti di differenza tra le due squadre. I lariani cambiano modulo e nel primo tempo impensieriscono la difesa barese almeno due volte. Più vivace la ripresa: Rosina al 50' per gli ospiti colpisce la traversa su punizione, ma è il Como ad andare in vantaggio al 55' con Ganz di testa su bel cross di Jakimovski, che sette minuti dopo ha sul piede il pallone del 2-0, ma solo davanti al portiere calcia alto. Il Bari pareggia al 70' con De Luca, che calcia liberissimo dal dischetto del rigore. Prima del fischio finale un'occasione per Ganz e gol annullato al Bari, con Maniero in fuori gioco. Il Como non ha ancora vinto in casa.

Lanciano-Latina 2-1 - La Virtus Lanciano torna al successo in campionato battendo al 'Guido Biondi' il Latina per 2-1, grazie ad una doppietta di Antonio Piccolo. In vantaggio al 11' del primo tempo, l'undici abruzzese é stato raggiunto dagli ospiti al 40' grazie ad una rete di Acosty. Nella ripresa il gol vittoria di Piccolo su rigore alla mezz'ora per un tocco con la mano in area pontina di Brosco. Al 12' della ripresa Corvia del Latina ha calciato alto un rigore. Le due squadre hanno chiuso la gara in inferiorità numerica per l'espulsione del centrocampista del Lanciano Di Cecco arrivata al 23' del secondo tempo e del laziale Bruscagin al 36'. Allontanata dalla panchina per proteste la presidente della Virtus Lanciano, Valentina Maio. La gara si é chiusa dopo un recupero di 8 minuti.

Livorno-Novara 0-1  - ‎Esordio amaro per Bortolo Mutti sulla panchina amaranto al 'Picchi': basta un gol al Novara per aggiudicarsi i tre punti. I piemontesi passano sul finire del primo tempo, al 43' pt, con un tocco di Gonzalez che anticipa Pinsoglio in uscita. Gli amaranto provano a recuperare nella ripresa, palo al 27' st di Fedato e grande intervento di Da Costa su Vantaggiato nel finale, ma il risultato non cambia.

Ternana-Vicenza 2-0 - La Ternana batte 2-0 il Vicenza interrompendo così la serie negativa di fronte al proprio pubblico. Dei due attaccanti Ceravolo e Falletti i gol. Più attivi i rossoverdi che legittimano il risultato con una prova volitiva. Sblocca il risultato Ceravolo al 24' che di testa devia in rete un cross di Falletti. Il Vicenza si vede poco e la prima opportunità arriva soltanto a 44' con un tiro dalla distanza di Galano alla destra del portiere Mazzoni. Nella ripresa, al 6', raddoppio della Ternana con Falletti che di destro batte Vigorito con un preciso diagonale.

Modena-Entella 0-1 - La Virtus Entella ha espugnato con merito il campo di Modena: ha deciso la rete di Caputo al 33' st. Modena fischiato a lungo dal proprio pubblico per una prestazione a tratti imbarazzante: a rischio la posizione dell'allenatore del Crespo, all'ottava sconfitta stagionale in 15 gare. Punti preziosi per l'Entella, che ha raccolto il decimo risultato utile consecutivo.

Avellino-Perugia 1-2 - Nuova battuta d'arresto casalinga per l'Avellino che, dopo essere passata in vantaggio con un eurogol di Gavazzi (36' pt), nella ripresa disarma e dà via libera al Perugia che prima raggiunge il pareggio con Di Carmine (4' st) e poi passa con Perugini (20' st). Gli irpini, pur privi della retroguardia titolare, hanno agevolmente controllato il Perugia nel corso della prima frazione, con la coppia d'attacco Mokulu-Trotta particolarmente ispirata. La supremazia dei padroni di casa si é quindi concretizzata nel vantaggio firmato da Gavazzi che sugli sviluppi di un calcio d'angolo, ha colpito al volo dal limite dell'area battendo implacabilmente Rosati. Tutta un'altra musica nella ripresa, quando a salire in cattedra è il Perugia che soprattutto sulla corsia di sinistra, con Spinazzola e Perugini, confeziona occasioni a ripetizione. L'Avellino prova a riagguantare il pareggio ma la sua manovra é lenta e prevedibile. Tavano ci prova (21' st) ma Rosati tocca quel tanto per deviare in angolo e, nei minuti di recupero, la palla buona finisce sui piedi di Trotta la cui conclusione viene respinta di piede dal portiere umbro. Su capovolgimento di fronte, é però ancora il Perugia che potrebbe arrotondare con Perugini, il cui tiro si infrange sulla traversa.

Specia-Crotone 0-1 Un rigore realizzato al 13' della prima frazione da Stoian regala la vittoria al Crotone contro lo Spezia, nell'anticipo del campionato di Serie B. Al 'Picco' è amaro l'esordio di Domenico Di Carlo, che in settimana aveva sostituito l'esonerato Bjelica sulla panchina dei liguri. Lo Spezia, alla quarta sconfitta consecutiva, parte bene, ma affonda al primo colpo. Al 12', sul cross dalla destra di Barberis, Milos tocca con una mano: sul dischetto va Stoian, che trasforma. Lo Spezia si fa vivo solo al 42' con Terzi, il cui colpo di testa esalta i riflessi di Cordaz. Nella ripresa, lo Spezia domina nel possesso palla, ma le occasioni non arrivano lo stesso: solo al 22' Ciurria sfiora il gol con una conclusione che sfiora il palo alla destra di Cordaz, mentre al 43' il tiro cross di Tamas per poco no beffa l'estremo difensore calabrese. Con il successo odierno, il Crotone di Juric vola a 31 punti, mentre uno Spezia sempre più in crisi rimane fermo a 17 punti.

Cesena-Pescara 1-0 - Dopo tre turni torna alla vittoria il Cesena, grazie al gol dell'ex Ragusa. Il risultato è di 1-0 sul Pescara, ma i bianconeri solo per imprecisione non hanno allargato il bottino. Il primo tempo è tutto a tinte bianconere: il Cesena guidato da un Sensi incontenibile si rende pericoloso. E' proprio da una sua verticalizzazione verso Ragusa, che gioca al posto di Djuric e Rosseti, che nasce una punizione dai 20 metri che propizia il gol decisivo. Batte Sensi e ancora Ragusa di testa da pochi passi segna, tornando al gol dopo 12 giornate. Non esulta per rispetto ai suoi ex tifosi. Kone divora il raddoppio da pochi passi, calciando alto in girata, Aresti salva su Kessie da lontano. Nella ripresa il Pescara inserisce Cocco, ma non cambia molto. Molina, Kone e Succi sfiorano il 2-0, ma l'imprecisione non consente di chiudere la partita con largo anticipo.

Salernitana-Pro Vercelli 1-2 - È stata una partita vivace con una serie di occasioni da gol, quella giocata allo stadio Arechi di Salerno tra Salernitana e Pro Vercelli, vinta dalla squadra piemontese per 2-1. Nonostante la partenza intraprendente della squadra granata, la formazione piemontese è riuscita ad andare in vantaggio già al 10' con Mustacchio che ha approfittato di un buco nella difesa e gelato Strakosha, tra le proteste dei granata per un presunto fuorigioco. Applausi da parte dei sette tifosi della Pro Vercelli che hanno seguito la squadra nonostante la distanza e il turno infrasettimanale. La Salernitana, dopo aver perso un'occasione con Donnarumma al 5' - che ha colpito un palo con un destro in diagonale, ci ha riprovato al 30' con Coda, ma Pigliacelli è riuscito a respingere senza sforzi. Ancora un'incertezza difensiva della Salernitana all'inizio del secondo tempo quando Rossi al 51' ha salvato sulla linea un tiro a colpo sicuro di Marchi. E' il bomber salernitano Donnarumma a segnare la rete del momentaneo pareggio al 63' con un gol che non ha lasciato scampo al portiere piemontese. Nel momento in cui la squadra di casa stava spingendo al massimo, Mattia Mustacchio ha firmato al 77' la doppietta con un colpo di testa, portando in vantaggio la formazione ospite. Protagonisti, in questa fredda serata, anche i pulcini della Salernitana che si sono divertiti in campo mentre le due squadre erano negli spogliatoi tra il primo e secondo tempo. Per loro gli applausi dei 9.832 spettatori presenti allo stadio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto