CALCIO

L'Italia ricevuta
al Quirinale
da Napolitano

"Guai se non avesse sciolto i dubbi, avrei protestato", Così il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha, invece, commentato la decisione del ct, Cesare Prandelli, di restare la suo posto. "Avete fatto risultati straordinari, ma c'é ancora tanta strada da fare, ci rivedremo", ha aggiunto il Capo dello Stato.

L'Italia ricevuta
al Quirinale
da Napolitano

Prandelli a Fiumicino

"Presidente, lei ci ha aiutato a sopportare la sconfitta, grazie ai valori espressi nella lettera che ci ha inviato. Siamo orgogliosi di aver rappresentato l'Italia". Così il ct della nazionale, Cesare Prandelli, ha rinrgraziato il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che ha accolto gli azzurri al Quirinale di ritorno da Euro 2012.
Il ct della Nazionale Cesare Prandelli gli ha, poi, donato la medaglia di Euro 2012 insieme al gagliardetto dell'Italia e ad un pallone. A consegnare questi doni sono stati Andrea Pirlo e Mario Balotelli.

Vi esprimo "il mio riconoscimento, delle istituzioni e degli italiani perché tutti sapevamo che eravate partiti non dimenticando quali tensioni stava attraversando il calcio italiano". Così il presidente Giorgio Napolitano che poi si è rivolto a Prandelli  "Guai se non avesse sciolto i dubbi sulla riconferma, avrei protestato. Avete fatto risultati straordinari, ma c'é ancora tanta strada da fare, ci rivedremo", ha aggiunto il Capo dello Stato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi