PARALIMPIADI

Londra riaccende
le luci. Via ai giochi
con la regina

La cerimonia di inaugurazione, alla presenza della Regina Elisabetta, è stata seguita da 80mila spettatori ed è stata aperta dal fisico e matematico Stephen Hawking, quasi completamente paralizzato. Le Paraolimpiadi vedranno 11 giorni di gare e si concluderanno fino al 9 settembre.

Londra riaccende
le luci. Via ai giochi
con la regina
Diciassette giorni dopo la chiusura dei Giochi Olimpici, l'Olympic Stadium di Londra ha riacceso stasera le sue luci per l'apertura dei XIV Giochi Paralimpici, che si preannunciano come i più seguiti di sempre con 4.200 atleti provenienti da 166 paesi. La cerimonia di inaugurazione, alla presenza della Regina Elisabetta, è stata seguita da 80mila spettatori ed è stata aperta dal fisico e matematico Stephen Hawking, quasi completamente paralizzato. Le Paraolimpiadi vedranno 11 giorni di gare e si concluderanno fino al 9 settembre. A fianco della Regina, in tribuna d'onore con a fianco il nipote William e la moglie Kate, il presidente del Comitato internazionale paralimpico, Philip Craven. A rappresentare l'Italia, in qualità di portabandiera, c'era Oscar De Pellegrin che ha sfilato lungo l'anello dell'Olympic Stadium sventolando il tricolore in rappresentanza dei 98 atleti azzurri che compongono la delegazione italiana. Tra i presenti alla cerimonia, i vertici del Coni con il presidente del Coni Gianni Petrucci e il segretario generale Raffaele Pagnozzi. Petrucci e Pagnozzi avevano raggiunto in mattinata Londra, accolti dal presidente del comitato italiano paralimpico, Luca Pancalli, e dal segretario e capomissione olimpico, Giunio De Sanctis. Sotto un violento nubifragio si erano trasferiti al villaggio, dove hanno pranzato con una folta rappresentanza della squadra italiana: agli atleti hanno rivolto il loro incoraggiamento e si sono soffermati a colloquio, in particolare, con il portabandiera azzurro, l'arciere Oscar De Pellegrin, con la pesista Assunta Legnante, e poi con Annalisa Minetti, Immacolata Cerasuolo, Alvise De Vidi e con Matteo Cavagnini e tutti i suoi compagni di squadra del basket in carrozzina. C'é grande entusiasmo a Londra per i Giochi paraolimoici che, sulla scia delle Olimpiadi estive, hanno visto una grande domanda: ben 2,3 milioni i biglietti venduti e numerosissimi i network e le televisioni a seguire l'evento. Tra gli atleti più attesi, c'é sicuramente il sudafricano Oscar Pistorius che, dopo aver gareggiato alle Olimpiadi, cercherà di difendere i titoli nei 100, 200 e 400 metri vinti alle Paralimpiadi di Pechino quattro anni fa. (ANSA)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi