Rock Economy

Celentano
batte se stesso

Adriano Celentano batte se stesso. La seconda serata di Rock Economy ha migliorato su Canale 5 la performance della prima, ottenendo 9.338.000 spettatori.

Celentano
batte se stesso
Adriano Celentano batte se stesso. La seconda serata di Rock Economy ha migliorato su Canale 5 la performance della prima, ottenendo 9.338.000 spettatori con il 30.74% di share nella prima parte, 9.124.000 con il 32.70% nella seconda, e 8.653.000 con il 38.54% nella terza. La media delle tre parti è stata di 9.112.000 con il 32.80%.

E alla fine, il sermone è arrivato: Adriano Celentano nella seconda serata di Rock Economy invita al risveglio dal torpore in cui forse un po' tutti siamo caduti e a unirsi per fare tutti insieme una rivoluzione in nome della natura, della bellezza e della solidarietà. "La parola magica é lo scatto, uno scatto che prima o poi si dovrà fare - dice Adriano - . Uno scatto di rabbia o una scintilla, che potrebbe dar luogo a una vera e propria rivoluzione della nostra vita sulla terra. Può sembrare un discorso utopistico - aggiunge - ma nelle pieghe delle utopie c'é il segreto della sconfitta di una crisi che riguarda intero pianeta". Per Celentano, "é assurdo e ridicolo pensare che il casino che sta succedendo nel mondo sia dovuto a speculazioni economiche, che non sono altro che una crisi che ha radici molto più profonde. Le sue onde si sono propagate su tutta la terra, ma l'unico vero epicentro è in ognuno di noi. Noi siamo come tanti pezzi di un motore che non trovano più la via dell' assemblaggio, per la messa in moto di un mondo diverso". "Finita la serata ognuno di noi tornerà ad essere solo nella propria casa - continua - , in attesa di un altro evento, tra 15 giorni o in primavera, che ci farà tornare a stare insieme", dice Adriano facendo capire che tra qualche mese potrebbe tornare in tv, chissà. "Stare insieme significa essere legati da qualcosa che ci tiene uniti anche quando siamo soli. Ma noi questo qualcosa non ce l'abbiamo. Questo non l'hanno capito i politici". "Una volta - prosegue - ce l'avevamo, ma ora sta tornando, forse è l'aria di Verona. Si tratta di riconoscere il filo sottile che ha la potenza di legarci tutti insieme in un unico ideale. Credere in un unico progetto, amarlo, ci rende più felici". Dopo aver parlato dell'importanza dell'habitat in cui viviamo, Celentano avverte: "La gente avrebbe diritto a ben altre case che i loculi di cemento in cui alcuni vivono, prigioni dove regna la tristezza". E poi: "I tempi sono maturi per ribaltare il nostro sistema di vita. E questo lo si può fare solo se combattiamo tutti per una stessa idea, la bellezza delle cose. Dove le verità non ci vengono rivelate da governi o dai politici ma dalla vita stessa della natura, che non può essere abbandonata. e l'arte è nella natura, e viene da Dio".

Standing ovation degli 11.500 del pubblico dell'Arena di Verona, stasera a Rock Economy, per Lucio Dalla, ricordato da Adriano Celentano e da Gianni Morandi. "Ci siamo incontrati diverse volte - dice il Molleggiato - , avevo molta stima di lui, mi è dispiaciuto tanto. Ma so che lui è contento. Sta facendo tanti concerti", aggiunge tra gli applausi affettuosi dei presenti. E Gianni Morandi, sul palco con Celentano per la seconda sera, gli dedica una delle sue canzoni più famose, Caruso.

Dopo il boom di ascolti di ieri, con quasi 9 milioni di spettatori e uno share superiore al 31%, Adriano Celentano torna stasera puntuale sul palco dell'Arena di Verona per la seconda e ultima serata di Rock Economy, in diretta su Canale 5. Anche stasera il Molleggiato entra in scena davanti a 11.500 fan che lo accolgono con un lungo applauso. Look identico a quello di ieri, Adriano parte con un suo classico del '66, Il mondo in mi settima, che affronta temi di denuncia e di critica sociale. ''Staremmo freschi se nel mondo succedessero tutte queste cose - dice interrompendo per un attimo la canzone - I giornali esagerano sempre un po', guardate quello che hanno scritto su Al Bano, che è qui stasera", dice riferendosi al collega in platea. Poi riparte con "E se noi, tutti insieme in un clan, ci uniremo, cambierà questo mondo se noi daremo una mano a chi ha più bisogno, ci sarà solo amore...", infiammando il pubblico che applaude a ritmo di rock e chiama il suo nome. Cambio di atmosfera subito dopo con la ballata romantica Soli. Stasera, a parte Gianni Morandi e se non ci saranno sorprese dell'ultima ora, non sono previsti ospiti né dibattiti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto