Con Ted Neeley

Jesus Christ Superstar
torna a Messina

Lo spettacolo firmato Massimo Romeo Piparo è in scena per la prima volta in Europa con un interprete d'eccezione nel ruolo del titolo: Ted Neeley, il Gesù "originale" del celebre film di Norman Jewison, lo storico successo cinematografico del 1973

Jesus Christ Superstar
torna a Messina

Ted Neeley

Cresce l’attesa a Messina per il ritorno di Jesus Christ Superstar, in scena sabato 13 e domenica 14 settembre all'Auditorium della Fiera. Dopo il debutto al “sistina” di Roma  arriva lo spettacolo più atteso della stagione: la versione evento di JESUS CHRIST SUPERSTAR, la più grande opera rock di tutti i tempi. Richiesta di biglietti da tutta la Calabria ed anche da Malta. previsto il tutto esaurito

Prodotto dalla Peep Arrow Entertainment nella versione originale di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice, lo spettacolo firmato Massimo Romeo Piparo è in scena per la prima volta in Europa con un interprete d'eccezione nel ruolo del titolo: Ted Neeley, il Gesù "originale" del celebre film di Norman Jewison, lo storico successo cinematografico del 1973. “Essere invitato a recitare a Messina, nella città di Piparo, per questo festeggiamento del 20° Anniversario di «Jesus Christ Superstar», è la realizzazione del sogno di una vita. Sono onorato dall'opportunità di collaborare in questa nuova esperienza teatrale italiana, prodotta e diretta dal regista visionario Massimo Romeo Piparo, che ringrazio insieme a tutto lo staff e la crew, ogni membro del cast e i musicisti, per questa avventura straordinaria” dichiara il celebre attore americano

In scena con Ted Neeley, nomi affermati del Musical italiano come Gloria Miele (Maria Maddalena), Emiliano Geppetti (Pilato), Paride Acacia (Hannas), Marco Fumarola (Caifa), Salvador Axel Torrisi (Erode), Riccardo Sinisi (Simone/Pietro) e, nel ruolo di Giuda, Feysal Bonciani. Nato a Firenze, classe 1990, Feysal è stato scelto da Massimo Romeo Piparo e da Ted Neeley, tra oltre cinquecento candidati arrivati da tutta Italia per le audizioni dello spettacolo. 

Sul palco anche l’Orchestra dal vivo di 12 elementi diretta dal Maestro Emanuele Friello, l’ensemble di 24 tra acrobati, trampolieri, mangiafuoco e ballerini coreografati da Roberto Croce, le scenografie di Giancarlo Muselli elaborate da Teresa Caruso e i costumi di Cecilia Betona. Attesissimo il cantante e musicista californiano Ted Neeley , interprete del ruolo di Cristo sulla scena e nel film che Norman Jewison ricavò , ne11973 dall

L'opera originale , capolavoro di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice . A Roma, Neeley ha suscitato ondate di entusiasmo nei fan che , nel corso di quarant' anni , sono andati aumentando. In scena, circondato dai discepoli-danzatori (sono dei veri acrobati , look anni Settanta , fiori , borchie e muscoli vivaci ) , conserva la serena bellezza, la capacità di furia e il carisma che lo hanno reso mito . sono andati esauriti in un battibaleno i posti in platea attorno alla pedana sulla quale canta con gli spettatori che hanno fatto  la fila per aggiudicarseli.  

Dopo le date siciliane (oltre Messina il 10 e l’11 a Palermo) Jesus Christ Superstar sarà in scena all’Arena di Verona per il “Celebration Day” in occasione dei quarant'anni del film e dei venti dalla rielaborazione italiana di Massimo Romeo Piparo, con un’edizione molto speciale che verrà rappresentata al tramonto, inserita nella programmazione ufficiale delle Opere dell'Arena.

Jesus Christ Superstar, il capolavoro di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice, è ormai passato alla storia come uno dei Musical più famosi e amati di tutti i tempi. La versione italiana in lingua originale firmata da Massimo Romeo Piparo, autore e regista celebrato all’estero per il suo straordinario stile innovativo, compie 20 anni e vanta ormai numerosi record e grandi numeri: tre diverse edizioni prima di questa, 11 anni consecutivi in cartellone nei Teatri italiani dal 1995 al 2006, oltre 1.000.000 di spettatori, più di 100 artisti che si sono alternati nel cast,19 regioni e più di 1.000 rappresentazioni in 84 città italiane. Nell’anno della beatificazione di Giovanni Paolo II, con questa nuova versione evento e con Ted Neeley, colui che diede una impronta mitica e indelebile al ruolo di Gesù nello storico successo cinematografico di Norman Jewison del 1973, Piparo riesce a consegnare definitivamente alla "Storia del Teatro italiano" la propria edizione dell'Opera, avendo avuto il privilegio di dirigere sui palcoscenici italiani entrambe le star del film: in occasione del Santo Giubileo dell'Anno 2000, infatti, fu il compianto Carl Anderson- il Giuda nero del film scomparso prematuramente nel 2004- a interpretare il ruolo per due anni di trionfali successi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi