Barcellona

Non aveva squestrato
la sua ex fidanzata
Domiciliari a Munafò

Sono state sensibilmente ridimensionate le accuse mosse nei confronti di Anthony Munafò, il giovane di 23 anni che poco prima dell’alba di domenica era stato arrestato per le gravi azioni commesse ai danni dell’ex fidanzata, una ragazza che era stata costretta a subire la presenza del giovane contro il suo volere.

antony munafò

Sono infatti caduti i reati di sequestro di persona e rapina, per i quali gli agenti della polizia del commissariato di Barcellona avevano presentato circostanziata denuncia. Ieri il Gip Sara D’Addea, dopo avere convalidato l’arresto del giovane per due soli reati contestati dal sostituto procuratore Francesco Massara, la tentata violenza privata e le lesioni aggravate, ha disposto la scarcerazione dell’indagato, sostituendo nel contempo la misura cautelare degli arresti domiciliari con quella meno afflittiva del divieto di avvicinamento alla casa dell’ex fidanzata ed al luogo di lavoro della stessa. Inoltre il giovane, difeso dall’avv. Paolo Pino, dovrà stare, nel caso di incontri casuali, ad una distanza minima di 200 metri dalla sua ex ragazza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400