Operazione Gotha III

L'avvocato Cattafi
resta in carcere

Lo ha deciso il Tribunale del Riesame di Messina che ha rigettato il ricorso dei suoi difensori.

tribunale messina

L’avvocato barcellonese Rosario Pio Cattafi, 60 anni, indicato dai collaboratori di giustizia come “il capo dei capi” di Cosa Nostra messinese, resta in carcere. Lo ha deciso oggi il Tribunale del Riesame di Messina che ha rigettato il ricorso dei suoi difensori. A puntare l’indice contro Cattafi, già sospettrato negli anni ’90 di rapporti con la mafia, i nuovi pentiti barcellonesi, Carmelo Bisognano e Santo Gullo ma anche due collaboratori di giustizia catanesi, Umberto Di Fazio ed Eugenio Sturiale. L’avv. Cattafi – secondo quanto emerge dalle indagini - avrebbe tenuto i contatti con i boss palermitani e catanesi di “cosa nostra” per la gestione degli appalti nel messinese. Nel 2011 il Gico della Guardia di Finanza gli aveva sequestrato beni per 9 milioni e mezzo di euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto