sisma emilia

Regione Sicilia sblocca "crediti" imprese colpite

L'iniziativa è rivolta in particolare a produttori e lavoratori del cosiddetto "polo biomedicale" della zona di Mirandola e Medolla. L'assessore alla sanità Russo Russo sollecita il pagamento dei crediti certi vantati dalle imprese anche in deroga

terremoto medolla

L'assessore per la Salute della Regione siciliana, Massimo Russo, ha adottato un provvedimento con il quale viene offerta concreta solidarietà alle popolazioni dell'Emilia Romagna colpite dal terremoto. L'iniziativa è rivolta in particolare a produttori e lavoratori del cosiddetto "polo biomedicale" della zona di Mirandola e Medolla che vede la più grande concentrazione d'Europa di imprese produttrici di dispositivi medici, soprattutto nei segmenti della cardiologia, dell'anestesia, della rianimazione e della dialisi. Con una nota inviata ai manager delle aziende sanitarie siciliane, Russo sollecita il pagamento dei crediti certi ed esigibili vantati dalle imprese localizzate nelle aree colpite dal sisma, anche in deroga alla circolare di tre anni fa con la quale venivano date rigorose disposizioni di effettuare i pagamenti nel rispetto dell'ordine cronologico di emissione delle fatture. Russo chiede ai manager di verificare anche la possibilità di differire i termini di scadenza di gare già indette considerato che, perdendo l'agibilità degli uffici, la maggior parte di queste imprese potrebbe trovarsi oggettivamente nella impossibilità di produrre la documentazione richiesta o di presentare la campionatura necessaria: ciò garantirà il principio della parità di trattamento tra operatori commerciali concorrenti e riguarderà sia le gare regionali e di bacino che quelle indette individualmente. Nella nota assessoriale viene anche fornito l'elenco completo delle aziende produttrici localizzate nelle aree colpite dal sisma. La Sicilia è la prima Regione italiana, oltre all'Emilia, ad assumere un provvedimento di questo genere. "Poche regioni italiane, e la Sicilia è tra queste, possono capire davvero quali conseguenze può provocare un simile terremoto nel tessuto sociale e imprenditoriale di una popolazione - ha spiegato l'assessore Massimo Russo - Questa iniziativa rappresenta un atto concreto di solidarietà che parte dalla sanità siciliana ed è indirizzato a un gruppo di imprese che con la loro attività rappresenta un punto di riferimento in Europa nella produzione di dispositivi biomedicali". (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi