Catania

Grande lavoro per il soccorso alpino della guardia di finanza sull'Etna

Recuperato un uomo che si era infortunato a quota 2200 metri

Grande lavoro per il soccorso alpino della guardia di finanza sull'Etna

Nella giornata di ieri 5 agosto, militari della Stazione del Soccorso Alpino della
Guardia di Finanza (S.A.G.F.) di Nicolosi, allertati dalla Sala Operativa di questo
Comando Provinciale su segnalazione del 118, hanno eseguito alcuni interventi di
soccorso sul Monte Etna.


Tra le varie operazioni eseguite si segnala, in particolare, il recupero, eseguito in
collaborazione con i volontari del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e
Speleologico (C.N.S.A.S.), di un cittadino di Paternò, infortunatosi a quota 2200 metri
sul sentiero della Schiena dell’Asino che costeggia la Valle del Bove.


Dalla dinamica dell’incidente si ipotizzava la frattura della caviglia sinistra e pertanto
si è provveduto ad immobilizzare l’arto e a trasportare il malcapitato, a mezzo della
barella “Ferno Titan Basket” in dotazione al Reparto, all’ambulanza del 118, che si
trovava in attesa dei soccorritori al termine del sentiero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

"Colpo" in banca: tutti presi

"Colpo" in banca: tutti presi

di Rosario Pasciuto