Roccalumera

Tragedia in autostrada, due vittime

Giovane e anziano marocchini si sono schiantati sul guardrail. Non hanno avuto scampo. L’auto ha rischiato di carambolare su altre macchine

Tragedia in autostrada, due vittime

Incidente mortale nella serata di ieri lungo l'autostrada A18 Messina Catania in direzione di Roccalumera. L'incidente autonomo ha riguardato una Ford a bordo della quale viaggiavano due uomini entrambi di nazionalità marocchina.

Le vittime sono un giovane di 27 anni, Marouane Mustapha, residente a Terme Vigliatore e un uomo di 74 anni, Miloudi Arbaqui.

L'incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio, interno alle ore 19, per l'esattezza al km 22,400. Il conducente ha perso improvvisamente il controllo della vettura ed è andato ad impattare con violenza contro un guardrail. I due malcapitati viaggiavano in direzione Catania. Sembrava una serata come tutte le altre e invece un tragico destino attendeva i due marocchini. Ma è ancora mistero sulle cause che hanno provocato la tragedia.

Sul posto sono subito giunti i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Messina e gli agenti della Polizia Stradale di Giardini Naxos. I Vigili del fuoco hanno estratto dall'abitacolo il conducente ed il passeggero. Sul luogo dell’incidente mortale sono giunte in pochi minuti due ambulanze del 118 per trasportare le due vittime dell'incidente in ospedale. Ma si è rivelato vano qualsiasi tentativo di salvare la vita ai due cittadini marocchini.

L'incidente registratosi proprio in direzione del casello autostradale di Roccalumera ha bloccato il traffico veicolare. Lungo il viadotto di Furci Siculo si è compiuto il tragico destino dei due marocchini per cause che sono adesso al vaglio degli inquirenti.

L'auto, che vedeva alla guida il giovane, è andata prima a sbattere sul guardrail con la parte anteriore dell'abitacolo, rischiando di carambolare contro altre macchine che stavano in quel momento transitando in zona.

Non si conosce il motivo che ha provocato la perdita del controllo da parte del conducente.

L'incidente avrebbe potuto avere un bilancio ulteriormente pesante e conseguenze quindi ancora più drammatiche; solo per miracolose circostanze non si sono registrate altre vittime. Comprensibile è stata la paura per diversi viaggiatori che si trovavano a percorrere l'autostrada nel momento dell'incidente. La scena con l’auto che si è schiantata sul guardrail ha subito dato l’idea del dramma che si era consumato in pochi istanti. Forse una distrazione fatale che non lasciato scampo ai due marocchini.

Il 118 di S.Teresa di Riva ha lottato per riportare in vita il giovane marocchino che respirava ancora quando sono arrivati i soccorsi. Nei drammatici momenti successivi all'incidente l'autostrada è stata chiusa al traffico e dopo circa un'ora la situazione è tornata alla piena normalità. Ora saranno gli agenti della Polstrada a tentare di ricostruire le cause della tragedia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi