Catania

Rapine in Lombardia: tre arresti tra la Sicilia e la Toscana

Tutti devono rispondere di rapina aggravata in concorso, sequestro di persona e detenzione abusiva di armi.

carabinieri ragusa

Tre persone sono state arrestate dai carabinieri tra la Sicilia e la Toscana perché ritenute gli autori di alcune rapine commesse tra il settembre ed il novembre del 2015 in tre istituti di credito nel Bergamasco. I militari della Compagnia di Catania Fontanarossa coadiuvati dai colleghi dei comandi di San Gregorio di Catania, Salemi (Trapani) e Massa hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Bergamo nei confronti di Matteo Antonio Salvatore Riso, di 24 anni, di Catania, che era ai domiciliari, Giuseppe Aiello, di 37, di Misterbianco, Salvatore Ettore Pandetta, di 25, di Mascalucia, che era ai domiciliari in una comunità a Salemi (Trapani) e Giacomo Santoro, di 34, di Messina, che si trovava detenuto nel carcere di Massa (MS).
Tutti devono rispondere di rapina aggravata in concorso, sequestro di persona e detenzione abusiva di armi.
Il provvedimento scaturisce da un'articolata indagine condotta dai carabinieri della Compagnia di Treviglio (Bergamo). Riso e Aiello sono stati rinchiusi nel carcere di Piazza Lanza, a Catania; Pandetta nel carcere di Trapani. A Santoro il provvedimento restrittivo è stato notificato nel carcere di Massa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi