Palermo

Mafia: oltre un secolo di carcere ai fiancheggiatori di Messina Denaro

Sentenza del Gup di Palermo per 10 imputati dell'inchiesta 'Visir'

giustizia faldoni pratiche

Il Gup di Palermo Nicola Aiello ha condannato dieci persone a oltre un secolo di carcere a conclusione del processo "Visir" a fiancheggiatori del latitante Matteo Messina Denaro a maggio del 2017, accusati a vario titolo di mafia ed estorsioni. Gli imputati erano stati arrestati dai carabinieri. L'accusa era rappresentata in aula dai Pm Gianluca De Leo e Piero Padova.
Queste le condanne del procedimento col rito abbreviato: 16 anni per Vito Vincenzo Rallo, considerato il presunto reggente della cosca marsalese; 14 anni per il suo braccio destro Nicolò Sfraga; 9 anni per Calogero D'Antoni; 12 anni e 8 mesi per Vincenzo D'Aguanno; 10 anni e 8 mesi per Giuseppe Giovanni Gentile; 12 anni per Simone Licari; 12 anni Ignazio Lombardo, detto "il capitano"; 12 anni per Michele Lombardo; 10 anni per Aleandro Rallo; 5 anni e 4 mesi per Massimo Salvatore Giglio.
Disposti risarcimenti all'Associazione antiracket e antiusura Trapani, Sicindustria, Centro studi Pio La Torre, associazione La verità vive. La quantificazione dei risarcimenti è rimessa al giudice civile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Tragedia in autostrada, due vittime

Tragedia in autostrada, due vittime

di Emanuele Cammaroto - Pasquale Prestia