Catania

Loris: cominciata l' udienza del processo, verso sentenza

Il padre per la prima volta in aula: "Veronica dica la verità".

Veronica Panarello trasferita a Barcellona

E' cominciata davanti alla Corte d'assise d'appello di Catania quella che è prevista sia l'ultima udienza del processo a Veronica Panarello, la donna condannata a 30 anni di reclusione, dal Gup di Ragusa, per l'uccisione e l'occultamento del cadavere del figlio Loris, 8 anni, assassinato con delle fascette di plastica il 29 novembre del 2014 nella sua casa di Santa Croce Camerina. L'imputata è presente in aula assistita dal suo legale, l'avvocato Francesco Villardita, e per la prima volta partecipa al processo anche il marito Davide Stival. Sono previste eventuali repliche da parte della Procura generale e della difesa. Poi la Corte si ritirerà in camera di consiglio. La sentenza potrebbe essere emessa prima della serata di oggi.

"Oggi è un giorno importante e sono qui per sentire la sentenza. Veronica? Spero che dica la verità.
Quale? Lei sa quello che è successo". Lo ha affermato Davide Stival, padre di Loris, che per la prima volta è presente in aula al processo di secondo grado alla moglie condannata a 30 anni di reclusione per la morte del loro figlio di 8 anni davanti la Corte d'assise di Catania.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Tragedia in autostrada, due vittime

Tragedia in autostrada, due vittime

di Emanuele Cammaroto - Pasquale Prestia