Eolie

Rifiuti stoccati a Ginostra portati via da una mareggiata

Scempio ambientale alle Eolie, arcipelago patrimonio dell’umanità. Un “deposito” realizzato senza alcuna autorizzazione, aspre proteste

Rifiuti stoccati al molo di Ginostra portati via da una mareggiata

Un centinaio di sacchi di spazzatura e rifiuti vari sono finiti ieri in mare a Ginostra provocando un vero e proprio disastro ambientale. Lo sottolinea, con tanto di documentazione fotografica, il ginostrese Gianluca Giuffrè, già consigliere comunale di Lipari. «I rifiuti sono finiti in mare per via della mareggiata che ha invaso – evidenzia Giuffrè – il centro di stoccaggio e di trasferenza realizzato nella frazione, senza le relative autorizzazioni. Sito dove vengono accatastati i rifiuti in attesa di essere ritirati e trasferiti altrove con la nave. Più volte, nel recente passato, ho segnalato per iscritto e verbalmente il rischio che ciò potesse avvenire ma si è insistito nella difesa della scelta di posizionare i rifiuti del borgo inm quel sito».

Giuffrè ha auspicato che si accertino responsabilità ed eventuali omissioni e che «la Procura di Barcellona prenda gli opportuni provvedimenti accertando e punendo senza esitazione i colpevoli di tale scempio ambientale».

Sempre sull’accaduto da Ginostra è partita una denuncia indirizzata al ministero dell’Ambiente, al presidente della Regione, agli assessorati regionali al Territorio e alla Sanità, al prefetto di Messina, alle Capitanerie di porto di Milazzo e di Lipari, alla Procura di Barcellona e alla Stazione dei carabinieri di Stromboli.

L’articolo completo potete leggerlo nell'edizione cartacea

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi