ELEZIONI AMMINISTRATIVE

Al voto il 10 giugno, in 137 comuni

Cinque i capoluoghi interessati: Messina, Catania, Siracusa, Ragusa e Trapani

Al voto il 10 giugno, in 137 comuni

Archiviate le elezioni politiche con la straripante vittoria nell'isola del M5s e quelle regionali di novembre che hanno consegnato la Regione al centrodestra, in Sicilia è tempo di amministrative. Il 10 giugno sarà chiamato al voto un terzo dei comuni siciliani, 137 in totale. Si voterà col sistema maggioritario a doppio turno in 18 comuni con popolazione superiore a 15mila abitanti, il resto sotto soglia 15mila. Cinque i capoluoghi di provincia coinvolti: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani; in quest'ultima città, commissariata, si ritornerà a votare dopo l'elezione choc dell'anno scorso quando al ballottaggio non fu raggiunto il quorum dei votanti necessario per eleggere l'unico rimasto in corsa dopo il ritiro dell'altro candidato sindaco (Girolamo Fazio), travolto da un'inchiesta di corruzione nel pieno della campagna elettorale. In tre dei cinque capoluoghi i sindaci uscenti sono già in campo: Enzo Bianco a Catania, Renato Accorinti a Messina e Giancarlo Garozzo a Siracusa; non si ricandida a Ragusa invece il 5stelle Federico Piccitto, il M5s ha scelto come successore Antonio Tringali. (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi