Messina

Caso Gluecker, nuovi scenari

Potrebbe essere stata provocata dalle ripetute sbornie la morte della donna tedesca di 59 anni, il cui cadavere è stato trovato nella sua abitazione di Rodì Milici. Il marito, indagato per omicidio volontario, è stato interrogato per la seconda volta. Anche l'autopsia ha escluso che la donna abbia subito percosse.

Turista tedesca morta, sotto torchio il marito

Cambia completamente lo scenario nel quale è maturata la morte di Claudia Gluecker la donna tedesca di 59 anni trovata senza vita giovedì scorso nell'abitazione di Rodì Milici in cui stava trascorrendo un periodo di vacanza con il marito. Le conferme giungono dopo il nuovo interrogatorio di Stefan Schaefer Werner 59 anni anche lui, stimato commissario di polizia tedesco in pensione da qualche tempo. L'uomo, indagato, come atto dovuto, per omicidio volontario e colui il quale ha trovato il cadavere della moglie e dato l'allarme, è stato nuovamente sentito dal Sostituto Procuratore di Barcellona, Matteo De Micheli. Un interrogatorio che doveva servire a fugare gli ultimi dubbi degli inquirenti che hanno sempre privilegiato la pista della morte naturale a scapito di quella violenta maturata dopo una lite. L'autopsia, eseguita lunedì all'obitorio del Cutroni Zodda, ha confermato che Claudia Gluecker non è morta a seguito di percosse non essendo stati riscontrati traumi compatibili sul corpo. A quanto pare i due coniugi avevano il vizio dell'alcool e trascorrevano intere giornate chiusi in casa a bere vino che il marito acquistava in cantine e negozi del posto. In paese infatti si vedevano pochissimo. Come hanno confermato alcuni vicini perlopiù restavano chiusi in casa in un ambiente anche piuttosto sporco e malsano a bere ed ubriacarsi. Sarebbero state le ripetute sbornie a causare le cadute della donna e le numerose ecchimosi riscontrate in varie parti del corpo. Cadute che hanno provocato anche l'emorragia interna poi risultata fatale per la 59enne tedesca. A scoprire il corpo senza vita disteso in cucina è stato il marito rientrando a casa. L'uomo ha avvertito un vicino di casa che ha fatto intervenire il 118. Quindi il sopralluogo dei Carabinieri del RIS che hanno riscontrato nell'appartamento solo la presenza di varie tracce di sangue, provocate dalle cadute, ma nessun segno di colluttazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi