Palermo

Alfano: in Sicilia voto inquinato

Alle regionali "premiate le clientele". Sgarbi: "Lascerei l'assessorato solo se arrivasse la nomina a Ministro".

alfano

Angelino Alfano

Il risultato elettorale in Sicilia «fa parte dei segnali che un politico deve sapere cogliere». Angelino Alfano, ieri da “Mezz’ora in più” su Rai3, ha dato la sua letture delle recenti regionali siciliane: «ho fatto le liste pulite nel mio partito e non siamo entrati in Parlamento. Questo mi ha addolorato. Provo amarezza per un brutto segnale». Il leader Ap e ministro degli Esteri ha segnalato allora che «il fatto che la raccolta del consenso sul piano clientelare prevale ancora, anche sull’ipotesi di un progetto nuovo, è piuttosto evidente».

Vittorio Sgarbi, ieri a Catania, ha chiarito i contorni della sua presenza nella giunta Musumeci: «La mia vita da assessore sarà forse breve, per alcuni è a termine, non nel mio cuore. Se dovessi decidere se stare in Parlamento o rimanere in Sicilia, sceglierei sicuramente la seconda condizione. Sarà una questione diversa l’eventuale nomina a Ministro...».

L'articolo completo nell'edizione in edicola della Gazzetta del Sud.

Clicca qui per acquistare la tua copia digitale

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Tragedia in autostrada, due vittime

Tragedia in autostrada, due vittime

di Emanuele Cammaroto - Pasquale Prestia