palermo-catania

Crollo viadotto sulla A19, 5 avvisi di conclusione indagini

Gli indagati sono accusati di omissione di atti d'ufficio e attentato alla sicurezza dei trasporti

Crollo viadotto sulla A19, 5 avvisi di conclusione indagini

La procura di Termini Imerese (Pa) ha inviato 5 avvisi di conclusione indagini per il crollo del viadotto Himera lungo l'A19 autostrada Palermo-Catania del 10 aprile 2015. Gli indagati, per omissione di atti d'ufficio e attentato alla sicurezza dei trasporti sono Calogero Foti, dirigente della protezione civile regionale, Calogero Lanza, ex sindaco di Caltavuturo (Pa), Mariano Sireci, responsabile della protezione civile di Caltavuturo, Salvatore Muscarella e Giuseppe Siragusa, dipendenti Anas. Il viadotto si piegò dopo che una frana fece cedere uno dei piloni.

Secondo l'ipotesi accusatoria gli indagati "pur essendo a conoscenza dell'evoluzione del corpo di frana che si era manifestata, nel periodo tra marzo ed aprile del 2015, sul versante prospiciente l'autostrada A19 Palermo-Catania ricadente nel territorio del Comune di Caltavuturo, non hanno adottato i provvedimenti dovuti, ognuno in relazione alle specifiche competenze". Inoltre - secondo la Procura di Termini Imerese - per cause indipendenti fra loro e nelle rispettive qualità, pur essendo a conoscenza delle gravi condizioni di dissesto del versante prospiciente l'autostrada A19, con le proprie condotte omissive ponevano in pericolo la sicurezza dei pubblici trasporti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi