Patti

Una “bomba d’acqua” si abbatte su Patti

Maggiormente colpite la frazione marina e quella di Mongiove

Una “bomba d’acqua” si abbatte su Patti

Una bomba d’acqua si è abbattuta su Patti ieri mattina. Un temporale di forte intensità ha creato molti problemi su tutto il territorio comunale. A subire i disagi maggiori è stata la frazione di Marina di Patti, in particolar modo la via Cristoforo Colombo è stata invasa da un vero e proprio fiume. Diversi i tombini saltati e l’acqua è entrata nei negozi, arrecando danni a diverse attività.

All’incrocio tra la via Colombo e la via Agliastri si è verificato un allagamento con conseguenti criticità. È stato il pronto intervento dei residenti della zona e degli operatori economici che hanno cercato di liberare i tombini per far defluire l’acqua che stagnava creando un lago artificiale.

Problemi si sono registrati anche nella zona di corso Matteotti, all’incrocio con la via Fratelli Cervi, a Mongiove e nella frazione Case Nuove Russo.

A causare i disagi e gli allagamenti, con molta probabilità, oltre al forte temporale che ha riversato, in circa venti minuti, una notevole quantità d’acqua, ha contribuito il fatto che la rete di smaltimento delle acque bianche è ormai insufficiente, visto che risale a circa cinquant’anni fa e che, in particolare nel periodo estivo, evidenzia la sua vetustà. Forse una migliore programmazione complessiva mirata ad un rifacimento della rete di smaltimento delle acque bianche, almeno nei punti di maggiore criticità, noti da tempo, potrebbe prevenire il ripetersi di fenomeni simili considerando che, ormai, sempre più spesso si verificano temporali di breve durata, ma di forte intensità, che fanno registrare danni e disagi sia in estate che in inverno.

«Si è verificato un fenomeno estremo – ha commentato il sindaco Mauro Aquino – che ha determinato una quantità di pioggia enorme in un tempo limitato. Purtroppo, si è determinato l’allagamento di alcune zone sia a Marina di Patti che a Mongiove, ma in tempi accettabili si è riusciti a tornare alla normalità. Dispiace per i disagi e per i danni subiti dai commercianti, ma purtroppo il fenomeno è stato assolutamente non ordinario. Nei mesi scorsi avevamo provveduto alla pulizia di tutti i tombini, ripeto la quantità di acqua caduta è stata del tutto eccezionale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi