forza d'agrò

Il sindaco smonta il caso della villa "Falcone-Borsellino"

Il piccolo centro ionico era finito nel mirino per la notizia del cambio del nome di una villa intitolata ai due magistrati. Il primo cittadino spiega perchè.

Il sindaco smonta il caso della villa "Falcone-Borsellino"

"A Forza D'Agrò c'erano due ville intestate a Giovanni Falcone e a Paolo Borsellino, dopo averne ristrutturata una si è pensato di dedicarla a una nostra giovane vittima: uno studente morto in Spagna. L'altra, che sarà anch'essa presto ristrutturata, resterà intitolata a Falcone e Borsellino".

Lo precisa Fabio di Cara, sindaco del piccolo centro del Messinese, su "notizie di stampa che ci indicano come il primo comune italiano ad avere sostituto, nella toponomastica cittadina, i nomi di Giovanni Falcone e Paolo Borsello".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

105 assunzioni al "Piemonte"

105 assunzioni al "Piemonte"

di Marina Bottari

Via dei Mille, rubate 15 piantine

Via dei Mille, rubate 15 piantine

di Maurizio Licordari