dopo l'esplosione

Etna, aperta un'inchiesta

Si cercano eventuali responsabilità relative ai livelli di sicurezza sul vulcano riguardanti l'evento del 16 marzo scorso

Etna, aperta un'inchiesta

La Procura di Catania ha aperto un'inchiesta su eventuali responsabilità relative ai livelli di sicurezza sull'Etna dopo l'esplosione del 16 marzo scorso, a quota 2.700, che ha ferito in modo non grave una decina di persone. Il fascicolo, di cui è titolare il procuratore Carmelo Zuccaro, al momento è senza indagati. Secondo quanto si è appreso, tra i punti trattati dall' inchiesta la tempistica sull'ordinanza di accesso al vulcano attivo più alto d'Europa, e in particolare se la 'zona rossa' si sarebbe dovuta abbassare di quota prima dell'accaduto, e l'azione delle guide dell'Etna nel garantire la sicurezza dei turisti che accompagnavano. (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Incidente Amendolia, nessun malore

Incidente Amendolia, nessun malore

di Maurizio Licordari