Siracusa

Carabiniere donna suicida, due i colpi partiti da pistola

Oggi funerali dopo l'autopsia, marito ancora in ospedale

Carabiniere donna suicida, due i colpi partiti da pistola

E' durata circa due ore e mezzo l'autopsia sul corpo della trentaduenne, maresciallo dei carabinieri, morta due notti fa nella sua villetta a Siracusa, dove viveva con il marito, poliziotto, e il figlio quattordicenne che il compagno aveva avuto dal precedente matrimonio. L'esame, eseguito dal medico legale Francesco Coco, avrebbe accertato la morte immediata per il colpo di pistola alla testa. La pistola avrebbe sparato una seconda volta, colpendo prima la coscia dell'uomo e dopo quella del maresciallo. Nel pomeriggio sono stati celebrati i funerali, alla presenza, tra gli altri, del comandante interregionale carabinieri Silvio Ghiselli e del comandante Legione carabinieri Sicilia Riccardo Galletta. Il marito della donna non era presente perché ricoverato all'ospedale Umberto I. La salma sarà trasferita nella città natale della vittima, Latina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi