patti

Estorsioni a imprese edili, tre arresti

Millantando di appartenere a un clan mafioso i tre pregiudicati avevano preso di mira alcune imprese di Brolo e Patti

Vietti: la Corte d’appello di Messina è salva

In esecuzione di un ordine di carcerazione, emesso dall'Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso la Corte D'Appello di Messina, i carabinieri hanno arrestato Saverio Giuseppe Baratta, 46 anni, di Brolo, Marcello Coletta, 38 anni, di Gioiosa Marea, e Francesco Papa, 40 anni, di Piraino, per aver commesso estorsioni, in concorso tra loro, aggravate dal metodo mafioso, tra il 2003 e il 2006, ai danni di alcuni imprenditori dei Nebrodi. I tre dovranno espirare, rispettivamente, la pena di 5 anni e 6 mesi di reclusione, 5 anni e 4 mesi e 3 anni e 6 mesi di reclusione. Millantando di appartenere a un clan mafioso i tre pregiudicati avevano preso di mira alcune imprese edili di Brolo e Patti, alle quali chiedevano il pagamento mensile di 2 mila euro, cifra che veniva poi diminuita dinanzi le difficoltà a pagare delle vittime. Gli arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi