Ragusa

La mamma di Loris chiede i domiciliari

Veronica Panarello è stata condannata a trent'anni per l'omicidio del bambino e l'occultamento del corpicino. L'avvocato Francesco Villardita ha depositata a sorpresa la richiesta. Rinviata di un altro mese la pubblicazione delle motivazioni

La mamma di Loris chiede i domiciliari

RAGUSA - Con una mossa a sorpresa, il legale di Veronica Panarello, condannata in primo grado a 30 anni per aver ucciso il figlio Loris e aver occultato il suo corpo il 29 novembre 2014 a Santa Croce Camerina (Ragusa), ha chiesto per la sua assistita gli arresti domiciliari. L’annuncio del suo legale Francesco Villardita durante la trasmissione di ieri «Quarto grado».

Per la condanna a 30 anni di Veronica Panarello si aspettano ancora le motivazioni del Gup Andrea Reale che ha chiesto al presidente del Tribunale di Ragusa la proroga di un mese per depositarli considerato la complessità del caso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Troppi abusivi sulla riviera

Troppi abusivi sulla riviera

di Francesco Triolo