taormina

Il comune taglia l'acqua agli alberghi morosi

Dalle casse comunali mancano circa 50mila euro.

taormina

Il comune di Taormina (Me) ha deciso di staccare l'acqua ad alcune strutture alberghiere della località turistica che devono dare alle casse comunali fino a 50mila euro di arretrati e non si sono, finora, messi in regola. Ieri mattina si è svolta una riunione tra amministrazione, tecnici di acquedotto, Asm e vigili urbani, per avviare il programma dei distacchi dell'erogazione a rinomate strutture ricettive che non sono, secondo gli uffici preposti, in regola, da anni, con i pagamenti della bolletta dell'acqua. Si andrà al ritmo di due distacchi al giorno nelle giornate di giovedì, venerdì è lunedì. Il piano antimorosi è stato predisposto, a suo tempo, dall'assessore al Bilancio e Contenzioso, Salvo Cilona ed era stato anche annunciato mediante appositi manifesti, a firma del sindaco, Eligio Giardina, che aveva rivolto un ultimo invito ai contribuenti a regolarizzare la propria posizione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi