Catania

Scacco alla cosca
Cappello-Bonaccorso

Ordinanza per 31 persone, disarticolato il clan di Catania

Clan gestiva droga tra ambulanze e bare, 37 ordinanze

La polizia di Stato sta eseguendo un'ordinanza cautelare nei confronti di 31 presunti appartenenti al clan Cappello-Bonaccorso di Catania, nell'ambito di un'inchiesta della Dda della locale Procura. Con l'operazione, eseguita da Squadra Mobile di Catania e dal Servizio Centrale Operativo, gli investigatori ritengono di avere disarticolato la cosca, decapitandone i vertici. Tra le attività illecite del gruppo c'era il traffico di sostanze stupefacenti con il controllo di numerose "piazze di spaccio" nei rioni di San Cristoforo e Librino ed in diversi comuni della provincia di Catania. Sono in corso sequestri, in Sicilia, Calabria e Campania, di numerose società nel settore della raccolta rifiuti, per la gestione di bar, ristoranti e pizzerie nel settore dell'abbigliamento per un valore complessivo di svariati milioni di euro.

L'ordinanza cautelare è stata emessa dal Gip, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia della Procura di Catania. I reati contestati, a vario titolo, sono associazione mafiosa, traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio di droga, estorsione, esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza alle persone e intestazione fittizia di beni, aggravati dall'avere favorito la mafia. Particolari sull'operazione saranno resi noti durante un incontro con i giornalisti che si terrà alle 10.30 nella sala conferenze della Procura distrettuale di Catania.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Troppi abusivi sulla riviera

Troppi abusivi sulla riviera

di Francesco Triolo