palermo

Droga e mafia, sequestrati beni a 3 persone

I destinatari dei provvedimento sono Giovanni e Giuseppe Bronte, padre e figlio, e Giovanni Vitale, vicino - secondo gli inquirenti - alla famiglia mafiosa della "Guadagna" e già condannato in passato.

polizia

La polizia a Palermo ha sequestrato beni per 320 mila euro a Giovanni e Giuseppe Bronte, padre e figlio, e a Giovanni Vitale, vicino - secondo gli inquirenti - alla famiglia mafiosa della "Guadagna" e già condannato in passato. Sigilli a un'attività commerciale attiva nel campo dell'estetica e della cosmesi, a due auto e due moto. Giovanni Bronte, con precedenti per furto, estorsione e rapina, da giugno 2015 è in carcere per traffico di stupefacenti. Il figlio, Giuseppe Bronte, è stato arrestato sempre per traffico di droga a luglio scorso. Gli accertamenti patrimoniali hanno dimostrato, infatti, come sia Giovanni che Giuseppe Bronte non disponevano di entrate lecite ed idonee per l'acquisto dei beni sequestrati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto