Catania

Bimbo sbranato, petizione per salvare i cani

No all'abbattimento sì a riabilitazione, raccolte 24 mila firme

Bimbo sbranato, petizione per salvare i cani

Una petizione on line su chance.org per fare vivere i due dogo argentini che hanno aggredito e ucciso il piccolo Giorgio di 18 mesi a Mascalucia.
In 48 ore ha raggiunto 24.000 firme. "No all'abbattimento. Sì alla riabilitazione. - si legge nella petizione - Il Dogo Argentino è un nobile cane agile e giocoso, è un compagno fedele in grado di stabilire con l'uomo un rapporto di complicità e affetto profondo. Nonostante l'aspetto aggressivo e 'burbero', è docile, astuto e affettuoso, ma va educato fin da cucciolo al rispetto dei ruoli e degli spazi. Nessuno vuol essere giudice e giustiziere, ma tanti in Italia hanno un Dogo Argentino, ed ogni famiglia è composta da bimbi, madri e padri. Ci leghiamo al dolore della famiglia di Mascalucia, ma vogliamo evitare che altro sangue possa esser sparso per questa vicenda. Per questa ragione invochiamo "perdono" per i due Dogo Argentino! Chiediamo che possano essere trasferiti e seguiti in un Centro Cinofilo di Riabilitazione"

Commenti all'articolo

  • superciuck

    19 Agosto 2016 - 21:09

    Non ha senso uccidere i cani, sono bestie che non sanno quello che fanno e si comportano come è stato oro insegnato; se l'animale è sano va rieducato. è stata una fatalità e non bisogna ricercare un colpevole ad ogni costo; quasi che la mamma non stia distruggendosi dal rimorso

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi